Guida all’acquisto di auto usate: Aston Martin Vanquish

Vent’anni fa, il primo cliente ha ricevuto le chiavi Il nuovo Vanquish V12. Senza extra, la coupé a due posti (c’era anche una 2 + 2) costava 158.000 sterline. Quando la produzione del modello e della sua vettura gemella, la più potente V12 Vanquish S, terminò nel 2007, erano rimaste solo 2.600 auto. Aston Martin Fabbrica di Newport Bagnell. Questo numero modesto aiuta a spiegare perché i prezzi per Vanquish ben usati oggi sono partiti da £ 60.000. D’altra parte, le migliori auto costano almeno il doppio.

Con un V12 da 5,9 litri, nella scelta del modello S standard da 460 CV o 520 CV, sete eroica e bollette di servizio ancora più eroiche, puoi immaginare che sia un gioco casual per una persona ricca. Ma un numero sorprendente di auto pubblicizzate ha percorso quasi 50.000 miglia, mentre una delle auto che abbiamo trovato, il Manuale Rig del 2003, ha percorso 94.000 (costa 55.000 sterline). Di proprietà del suo proprietario da 15 anni, durante i quali ha vissuto quelli che lui chiama alcuni “momenti Aston Martin” ma niente di serio. “Le auto come Vanquish devono guidare regolarmente e la mia auto sta dimostrando di poterlo gestire”, dice. La sua esperienza supporta ciò che Terry Couzens di Vantage Engineering ha da dire sul fatto che Vanquish sia affidabile e facilmente in grado di resistere ai rigori della guida quotidiana, anche se devi prenderti cura della frizione in città.

Clicca qui per acquistare la tua prossima auto usata da Autocar

Il modello ha segnato un nuovo capitolo nella storia dell’Aston Martin. Era un’auto sportiva molto moderna con un telaio in alluminio incollato costruito attorno a un tunnel di trasmissione in fibra di carbonio. Elementi di artigianato tradizionale sono sopravvissuti nei pannelli della carrozzeria in alluminio realizzati a mano e nel motore che porta il nome del suo creatore. Naturalmente, questo aspetto artigianale significa che non esistono due compulsioni esattamente uguali, che richiedono tutti un attento esame per determinare la loro condizione. Se non sei pronto per il lavoro, considera di assumere un ingegnere freelance Aston Martin come Ricky Kahn (rikkicann.com) per ispezionare l’auto per te.

READ  Code Geass: Lelouch of the Re; Anime patch movie gets 4D shows - news

Entrambe le versioni Regular ed S (quest’ultima lanciata nel 2004) inviano la loro potenza alle ruote posteriori tramite un cambio semiautomatico. È una scatola affidabile, a parte i problemi del sensore di posizione del cambio nelle auto d’epoca, ma ciò nonostante, le loro auto sono state trasformate in manuali per parecchi proprietari, un lavoro che Aston Martin Works, tra le altre cose, è stata felice di svolgere. Come questo ha scritto, quasi la metà delle Vanquish pubblicizzate aveva una custodia manuale, quindi è comune, ma preferiremmo un’auto con un cambio manuale automatico standard.

I modelli regular e S si distinguono per lo splitter aerodinamico sulla griglia posteriore, lo spoiler posteriore e la consolle centrale rivestita in pelle. In termini di opzioni, vale la pena cercare lo Sports Dynamic Pack, lanciato nel 2003 per vetture da 460 CV, ma è di serie sui modelli S e presenta sospensioni e freni avanzati. Il sistema audio Linn del 2003 è desiderabile, mentre le poche auto 2 + 2 raggiungono prezzi più alti.

La produzione si è conclusa con la Vanquish S Ultimate Edition, un’edizione speciale 50 con vernice e finiture interne uniche. Qualunque sia la versione che ti tenta, ti garantiamo un’esperienza indimenticabile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *