Grecia e Spagna registrano un incredibile boom di prenotazioni alberghiere

Grecia e Spagna registrano un incredibile boom di prenotazioni alberghiere

L’80% degli albergatori segnala più prenotazioni quest’anno rispetto al 2020

Rilascio di una collezione di piccoli hotel indipendenti incentrati sulla regione del Mediterraneo (The Boutique Vibe) Boutique Hotel Scale Secondo Rapporto Trimestrale 2021. Questo rapporto è una boccata d’aria fresca poiché i suoi risultati mostrano che le prenotazioni sono di nuovo in aumento.

Più specificamente, il 64% degli albergatori ha affermato che le proprie prenotazioni erano “migliori” o “molto migliori” rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Inoltre, solo il 15% ha dichiarato che le proprie prenotazioni sono “peggiori” o “molto peggiori”. Questa percentuale è diminuita significativamente dall’82% nel primo trimestre del 2021.

Grecia e Spagna registrano la ripresa più veloce

Boutique Vibe si concentra esclusivamente sulle destinazioni turistiche della regione mediterranea, ovvero Grecia, Italia, Croazia, Cipro, Francia, Spagna, Malta, Marocco, Tunisia, Turchia e Albania. Ora, il rapporto di aprile e luglio lo chiarisce Grecia e Spagna si stanno riprendendo più velocemente della media. In particolare, quasi l’80% degli albergatori di questi paesi ha dichiarato che i livelli di prenotazione sono superiori rispetto allo scorso anno.

Dando un’occhiata ad altri paesi, il secondo rapporto trimestrale ha rilevato che Sembra che Francia e Italia stiano faticando più del previsto; Cioè, oltre il 50% degli albergatori ha riscontrato livelli di prenotazione vicini o inferiori a quelli del 2020.

Tornare alla normalità

Secondo la nuova pubblicazione, l’inizio di quest’anno ha riempito molti di ottimismo. Nel tempo, questo ottimismo è cresciuto ancora di più Il 52% degli albergatori si aspetta ora un futuro “positivo” o “molto positivo”.

Inoltre, 1 albergatore su 5 ritiene che il futuro potrebbe essere più difficile. È importante sottolineare che coloro che si aspettano una stagione difficile all’orizzonte sono per lo più albergatori provenienti da Francia, Italia e Marocco (mete attualmente in difficoltà).

READ  Ficayo Tomori, un giocatore del Chelsea in prestito, potrebbe essere uno dei grandi del mondo mentre si afferma al Milan.

La più grande preoccupazione aziendale al momento rimane la ripresa dell’economia globale, con un albergatore su tre che la cita come “la più grande sfida”. Tuttavia, ci sono altre preoccupazioni che portano a credere che gli affari stiano gradualmente tornando alla normalità. In altre parole, gli albergatori iniziano anche ad affrontare l’aumento complessivo dei costi (16%), i costi di distribuzione (6%) e le minacce derivanti dalle nuove tendenze negli alloggi (8%).

Durante la pandemia, molti albergatori hanno dovuto fare grossi tagli. Secondo il primo rapporto trimestrale, c’è stata una riduzione del 53% del numero di dipendenti. Ora, quella percentuale è scesa a 40. Questo dimostra che Gli albergatori cercano ancora una volta di assumere personale mentre le prenotazioni iniziano ad aumentare.

Investire nel futuro

Molti imprenditori hanno sfruttato la pandemia per investire nelle loro proprietà. Inoltre, molti hanno affermato che continueranno a farlo poiché il 33% continuerà con i lavori di ristrutturazione delle proprietà, il 26% aggiornerà i propri siti Web, il 20% aumenterà la propria spesa di marketing e il 12% investirà in nuovi sistemi di back office. Infine, il 61% ha dichiarato che prenderebbe in considerazione la possibilità di investire in futuro, con il 41% che pianifica modifiche minori e il 20% che desidera ristrutturazioni importanti.

Va notato che anche la seconda relazione trimestrale ha rilevato questo La sostenibilità è una delle principali preoccupazioni Poiché il 66% degli albergatori cerca di ridurre la produzione di energia, il 59% rafforzerà l’identità locale e il 58% desidera ridurre gli sprechi e l’inquinamento.

Nel complesso, questi risultati sono di buon auspicio per il futuro dei piccoli hotel indipendenti nella regione del Mediterraneo.

READ  Soccer-Serie A convoca una riunione di emergenza dopo un rapporto separatista sulla Premier League

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *