Gravi precauzioni contro Variable English Variation Cor – Corriere.it

Confini

Tra le misure in corso di valutazione c’è l’estensione del divieto di viaggio tra le regioni Anche se sono nel gruppo giallo. Questa mossa, che limita le libertà costituzionali, richiede un mandato legale e il governo ha deciso di confrontarsi con i presidenti della regione. “Occorre mantenere l’austerità”, i ministri Roberto Sporanza e Francesco Pok ியா.

Parenti e amici

Il governo può consentire a due persone di incontrare parenti e amici. La regola usata nei giorni festivi è la stessa: Una sola visita al giorno, sempre entro i limiti dell’ordine di coprifuoco E l’opportunità di portare con sé bambini di età inferiore ai 14 anni.

Coprifuoco

Gli scienziati hanno proposto al governo di valutare lo stato di avanzamento dell’ordine di coprifuoco dalle 22:00 alle 20:00. Ma anche i ministri sulla “linea dura” pensano che la mossa non avrà un’influenza decisiva sul controllo delle epidemie. È chiaro che il divieto di lasciare la propria casa dalle 22:00 alle 5:00 sarà applicato a meno che non ci siano “requisiti comprovati”, cioè per motivi quali lavoro, urgenza e salute.

L’Rt a 1 e 1,25

I timori di una terza ondata hanno costretto gli scienziati e il governo a rafforzare gli indicatori secondo cui i leader regionali dovrebbero intervenire nelle aree in cui il numero di epidemie continua a crescere. Quindi le aree con un Rt uguale a 1 (attualmente 1,25) sono nella zona arancione e 1,25 (ora è 1,50) in rosso.. Il CDS, coordinato da Agostino Miozo, si è incontrato con urgenza e ha confermato i criteri.

Zona bianca

L’idea che potesse cambiare l’immagine di chiusure e riaperture è stata avviata da Tario Francescini dopo aver chiesto agli scienziati. Il ministro della Cultura ha proposto di formare un quarto gruppo a rischio, “Zona bianca” che entra nelle aree con i migliori indicatori. Gli spazi culturali come musei, teatri, sale da concerto e cinema possono essere riaperti. Bar e ristoranti funzioneranno senza limiti di tempo e anche piscine e palestre torneranno a pieno regime. Tuttavia, mantenere sempre le regole di base come maschera obbligatoria, interruzione e divieto di raccolta. B.D. Il capo delegazione ha parlato di “ultima fase del ritorno alla normalità” e l’ha spiegato così: “Poiché la zona gialla ha enormi limitazioni, a partire dall’ordine del coprifuoco si crea una zona bianca, cui si accede con uno specifico codice Rt per la diffusione delle infezioni”. La proposta è stata confermata da Conte e dai ministri, e dovrebbe essere già tradotta in legge al prossimo DPCM., Gli uffici legislativi di Palazzo Chiki devono essere operativi entro il 15 gennaio.

READ  Il caso di Osimhen, l'ira del Napoli e Katzu
7 e 8 gennaio

Sono solo due giorni che possono essere gialli in tutta Italia. UN Nessuna decisione è stata ancora presa, Ma il 50% degli studenti delle scuole superiori sarà assunto per consentire la riapertura delle scuole tornando alla presenza. I democratici temono ed esplodono nuove esplosioni, ma Giuseppe Conte sostiene la guerra per la riapertura delle scuole superiori, guidate dal ministro del M5S Lucia Assolina. Gli scienziati sono anche preoccupati del fatto che pensano che il ritorno a scuola favorirà un aumento delle epidemie, quindi i governatori possono firmare ordini più restrittivi. L’8 gennaio arriverà il monitoraggio settimanale, con i dati che saranno firmati dal ministro Speranza sull’Ordinanza per concedere limiti di rischio a ciascuna regione.

Fino al 15 gennaio

La divisione delle fasce dovrebbe tornare dall’11 al 15 gennaio, quindi ogni regione seguirà le regole fissate dalla fascia in cui si trova, in base alle valutazioni dell’Istituto Superiore di Sanità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *