Gran Bretagna e Italia iniziano a lavorare sulla partnership per stimolare il commercio

Il Segretario di Stato britannico per il commercio internazionale Anne-Marie Trevelyan parla durante la conferenza annuale del Partito Conservatore, a Manchester, in Gran Bretagna, 3 ottobre 2021. REUTERS/Phil Noble/File Photo

LONDRA (Reuters) – Gran Bretagna e Italia hanno concordato di perseguire una nuova partnership commerciale, ha detto mercoledì il ministero del Commercio britannico dopo i colloqui a margine di una riunione ministeriale del G20 in Italia.

La Gran Bretagna, che sta cercando nuovi collegamenti commerciali in tutto il mondo dopo la sua uscita dall’Unione Europea, ha affermato che inizieranno i colloqui su una nuova partnership volta a rilanciare le esportazioni e gli investimenti.

“Rafforzare le nostre relazioni bilaterali con l’Italia è reciprocamente vantaggioso, il che aumenterà le opportunità di esportazione e incoraggerà gli investimenti per le nostre aziende”, ha affermato il ministro del Commercio Anne-Marie Trevelyan.

In quanto membro dell’Unione europea, il commercio dell’Italia con la Gran Bretagna è soggetto all’accordo a livello UE entrato in vigore dopo la Brexit, che secondo alcuni esportatori ha aumentato le barriere alla circolazione di beni e servizi.

Ma Trevelyan ha affermato che i colloqui con l’Italia potrebbero aumentare le esportazioni britanniche come le scienze della vita e la difesa e aiutare a migliorare le relazioni nei settori in crescita come i servizi digitali e la tecnologia verde.

Il Dipartimento del Commercio ha affermato che l’obiettivo è quello di formare una nuova partnership che veda le due parti incontrarsi annualmente a livello ministeriale e promuovere più partnership tra le aziende.

(Segnalazione di William James) Montaggio di Sandra Mahler

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *