Gli scontri a fuoco dell’UE continuano mentre Grecia e Italia combattono gli incendi

Mentre gli incendi continuano a bruciare in Italia e in Grecia, l’Unione Europea (UE) è stata una delle sue più grandi operazioni antincendio. 586 incendi sono scoppiati “in tutti gli angoli della Grecia” la scorsa settimana, secondo il primo ministro del paese Griagos Mitsodakis, che lunedì si è scusato per non essere riuscito a controllare l’incendio. Rivolgendosi ai residenti greci su una trasmissione nazionale, ha promesso di rimboschire l’area bruciata e di risarcirla con 500 milioni di euro in fondi di emergenza.

In Italia, funzionari della protezione civile hanno avvertito che potrebbero verificarsi ulteriori incendi poiché il mercurio tocca i 45 gradi Celsius in alcune parti del paese costiero. Secondo il Guardian, i vigili del fuoco nel paese hanno gestito 44.442 incendi nel paese da quando hanno iniziato a bruciare a metà giugno. Le principali aree colpite sono Sicilia, Buglia, Calabria e Sardegna.

Le nazioni europee hanno inviato 14 autopompe e 1.300 soccorritori attraverso il Mediterraneo per aiutare a spegnere l’incendio. In una dichiarazione, il commissario UE per la gestione delle crisi Janes Lenaric ha dichiarato: “L’Europa sta mobilitando una delle sue più grandi operazioni antincendio perché più incendi stanno colpendo molti paesi contemporaneamente”. La Gran Bretagna ha annunciato che invierà i vigili del fuoco per spegnere gli incendi in Grecia, ad eccezione dell’Unione Europea.

Incendio in Turchia

Un totale di 156 incendi sono scoppiati la scorsa settimana, bruciando centinaia di ettari di terra nel paese mediterraneo della Turchia. Si dice che almeno otto persone siano state uccise in un incendio in tutta la Turchia mentre i vigili del fuoco cercavano di gettare acqua fredda sul fuoco. La scorsa settimana, l’Unione Europea ha dichiarato che la Turchia ha mobilitato aerei antincendio dalla Croazia e dalla Spagna per aiutare a spegnere l’incendio mortale. Anche squadre provenienti da Ucraina, Russia, Azerbaigian e Iran stanno compiendo sforzi nelle aree in fiamme. Almeno due sottomarini, un aereo da trasporto e 27 soldati sono stati inviati dalla Spagna per aiutare la Turchia. Il leader del governo di Ankara Recep Tayyip Erdogan ha annunciato che un totale di 16 aerei, 51 elicotteri e più di 5.000 persone combatteranno l’incendio.

READ  Il tribunale italiano revoca il mandato di cattura per mediatore all'udienza in Vaticano

(Con ingressi da AP)
(Immagine: AB)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *