Gli italiani tornano sulla Terra nella loro versione della ‘Grande Rassegna’

Dopo quattro anni di lavoro come trader a Londra per aziende tra cui JP Morgan, Andrea Tagliabue ha deciso che era abbastanza. Ora, la storia di come ha fatto i bagagli ed è tornato nella sua regione natale, la Lombardia, in Italia, per creare una nuova vita più vicina alla Terra, ha ispirato altri italiani che vogliono voltare pagina dal loro lavoro.

Il signor Tagliappo, che ha imparato da autodidatta a coltivare fragole e ha usato l’abilità per creare il business dei banchieri di marmellate e succhi alla moda, è recentemente diventato un beniamino dei media italiani.

L’ex banchiere afferma di essere stato inondato di domande da parte di dipendenti stanchi, compresi alcuni ex colleghi della finanza, che vogliono rinunciare al lavoro d’ufficio e scaldarsi le mani.

Più italiani che mai stanno ripensando ai loro obiettivi di carriera e di vita. Facendo eco alla “Grande rassegnazione” negli Stati Uniti, i lavoratori nel paese stanno abbandonando a ritmi record.

Gli ultimi dati sul lavoro hanno mostrato che le dimissioni volontarie sono aumentate dell’85 percento nel secondo trimestre dell’anno precedente.

Il tasso di cessazione – dimissioni volontarie sulla totalità dei dipendenti – è salito al 2,12 per cento, il tasso più alto da almeno cinque anni, secondo il think tank. lavoce.info ho trovato.

Ma la tendenza italiana a smettere ha un tocco locale e si rifà alla cultura alimentare e alle radici agricole del paese.

Il gruppo di pressione Coldiretti afferma che il numero di aziende agricole gestite da persone sotto i 35 anni è cresciuto del 14% lo scorso anno, poiché gli imprenditori di altri settori si sono precipitati nel settore agricolo per la prima volta.

READ  L'Italia ha ritrovato la via del ritorno in Libia

Il signor Tagliabue, 33 anni, era uno di loro. Fondata Bankers Jam nel 2018.

“Mi sono detto, abbastanza nervoso, orari di lavoro folli. Ora sto lavorando per me stesso e posso vedere i frutti di ciò che sto facendo”.

Mentre storie di successo come quella di Tagliapo potrebbero aver ispirato più italiani a seguire i propri sogni, anche la fine del divieto temporaneo di licenziamento guidato dalla pandemia potrebbe avere qualcosa a che fare con questo.

Almeno alcune delle recenti uscite di lavoro potrebbero essere “dimissioni forzate” dopo la fine del divieto, ha detto Francesco Armelli, ricercatore presso Laffaut, sul sito web del think tank.

“Ma potrebbero anche essere persone che hanno visto la loro comparsa durante la crisi”, ha detto.

Aggiornato: 21 novembre 2021, 13:35

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *