Gli incendi in Italia superano i 49 gradi Celsius

Esposizione del logo Monte de Pacchi de Siana (MPS), la banca più antica del mondo che sta affrontando massicci licenziamenti nell’ambito di una prevista fusione aziendale a Siena, in Italia. Selettori / Jennifer Lawrenceini

Quattro anni dopo aver speso 5,4 miliardi di dollari (6,3 miliardi di dollari) per recuperarlo, la Roma è in trattativa per vendere l’antipasto Monte Tea (BMPS.MI) A Uni Credit (CRDI.MI) E ha tagliato la sua quota del 64% in Tuscan Bank, Valentina Saw scrive, Reuters.

Ecco una cronologia dei principali eventi della storia recente del Monte de Pacchi (MPS), che è una sintesi del sogno bancario italiano.

Pubblicità

Novembre 2007 – MPS acquisisce Antonvenetta da Santander (SAN.MC) Pochi mesi dopo la banca spagnola ha pagato 6,6 miliardi di dollari a un prestatore regionale italiano, 9 miliardi in contanti.

Gennaio 2008 – MPS annuncia un’emissione di proprietà da 5 miliardi di euro, strumento finanziario convertibile da 1 miliardo del 2008 Fresh 2008, una controllata da 2 miliardi di euro, titoli ibridi di capitale e prestito ponte da 95 1,95 miliardi per finanziare l’operazione Antonventa.

Marzo 2008 – La Banca d’Italia, guidata da Mario Draghi, approva l’acquisizione di Antonveneta da parte di MBS, previa ristrutturazione del suo capitale.

Pubblicità

Marzo 2009 – MBS vende 9 titoli da 1,9 miliardi al Tesoro italiano per potenziare i propri fondi.

Luglio 2011 – MPS raccoglie 2,2 miliardi di diritti in vista dei risultati dei test di pressione europei.

Settembre 2011 – La Banca d’Italia fornisce 6 6 miliardi di flussi di cassa di emergenza a MBS attraverso accordi di pronti contro termine mentre la crisi del debito sovrano dell’eurozona si intensifica.

READ  Zona Rossa Italia a Natale, attività che accompagnano DBCM

Dicembre 2011 – 71 La Commissione della Banca Europea fissa il deficit di capitale per MPS a 2 3.267 miliardi come parte di una raccomandazione generale per aumentare le loro riserve di capitale per i finanziatori.

Febbraio 2012 – MBS riduce il suo requisito di capitale di 1 miliardo convertendo strumenti di capitale ibridi in azioni.

Marzo 2012 – MBS registra una perdita di € 4,7 miliardi nel 2011 dopo miliardi di buone azioni nei contratti tra cui Antonveneta.

Maggio 2012 – La polizia italiana indaga se Antonvenetta ha ingannato i regolatori sull’acquisizione della sede di MBS.

Giugno 2012 – MBS afferma che è richiesto un capitale di $ 1,3 miliardi come da raccomandazione EPA.

Giugno 2012 – Mps chiede all’Italia di cancellare altri 2 miliardi di obbligazioni speciali.

Ottobre 2012 – Gli azionisti approvano l’emissione di 1 miliardo di azioni destinate a nuovi investitori.

Febbraio 2013 – MPS afferma che tre derivati ​​2006-09 causeranno perdite fino a 730 milioni di perdite di negoziazione.

Marzo 2013 – MPS perde 17,3 miliardi di dollari nel 2012, precipitando nei suoi grandi titoli di Stato italiani.

Marzo 2014 – MPS registra una perdita netta 2013 di € 1,44 miliardi

Giugno 2014 – MPS raccoglie 5 miliardi di dollari sull’emissione di diritti di sconto e rimborsa $ 1,1 miliardi al governo.

Ottobre 2014 – MPS emerge come peggior performer negli stress test in tutta Europa con un deficit di capitale di S 2,1 miliardi.

Ottobre 2014 – L’ex presidente, amministratore delegato e capo delle finanze di MBS è stato condannato a tre anni e mezzo di carcere per controllori di cattiva condotta.

READ  Harry Styles si gode un po' di R&R in Italia dopo aver concluso "My Policeman"

Novembre 2014 – MPS b prevede di raccogliere 2,5 miliardi dopo i risultati dello stress test.

Giugno 2015 – MPS raccoglie 3 miliardi di dollari e solleva la questione della sua emissione di diritti, registrando una perdita netta di 3,3 miliardi di dollari per il 2014 sugli sconti sui crediti inesigibili. I restanti 1,1 miliardi rimborsano il prestito speciale statale.

Luglio 2016 – MPS annuncia una nuova emissione di diritti da 5 miliardi di euro e prevede di importare 28 28 miliardi di crediti inesigibili poiché i test di pressione bancaria europei mostrano un patrimonio negativo in crisi.

Dicembre 2016 – MBS torna al governo per l’assistenza nell’ambito del regime di ricapitalizzazione precauzionale dopo il fallimento della sua richiesta di cassa. L’ECP fissa il requisito patrimoniale della banca a 8,8 miliardi.

Luglio 2017 – A seguito dell’annuncio del solvente ECP MBS, la Commissione Ue annulla un salvataggio dello stato di 5,4 miliardi di % in cambio di una quota del 68%. Gli investitori privati ​​contribuiscono con 2,8 miliardi per un totale di 2 8,2 miliardi.

Febbraio 2018 – MBS realizza un profitto nel 2018, ma afferma che le sue previsioni aggiornate sono inferiori agli obiettivi di ristrutturazione concordati dall’UE.

Ottobre 2018 – MPS conclude il più grande affare di obbligazioni inesigibili d’Europa, spingendo 24 miliardi in crediti inesigibili.

Febbraio 2020 – MPS registra una perdita di 1 miliardo nel 2019.

Maggio 2020 – L’amministratore delegato Marco Morelli si dimette, esortando la Roma a proteggere quanto prima MBS. È stato sostituito da Guido Bastianini, spalleggiato da 5 stelle.

L’Italia sta stanziando 1,5 miliardi di euro per aiutare il MPS mentre lavora per rispettare la scadenza della riprivatizzazione di metà agosto 2020-2022.

READ  Le miniere sotterranee del Colosseo di Roma sono completamente aperte al pubblico Italia

Ottobre 2020 – Gli azionisti di MBS approvano un piano statale per ridurre il debito in fermentazione al 4,3% del debito totale. Le azioni dell’Italia scendono al 64% mentre un ordine apre la strada alla sua vendita.

Ottobre 2020 – Un tribunale di Milano condanna l’ex amministratore delegato e presidente del Mps per aumento del rischio legale di essere condannato per errore di calcolo.

Dicembre 2020 – MPS richiede fino a 2,5 miliardi di euro di capitale.

Dicembre 2020 – L’Italia approva le agevolazioni fiscali per i collegamenti bancari, compresi benefici di 2. 2,3 miliardi per acquirente MPS.

Gennaio 2021 – MBS dice di aprire i suoi libri a potenziali partner.

Febbraio 2021 – MPS registra una perdita di 1,69 miliardi entro il 2020.

Aprile 2021 – Andrea Arsenal assume la carica di amministratore delegato di Unicredit.

Luglio 2021 – UP Credit avvia colloqui speciali con il Tesoro italiano per l’acquisto di “aree selezionate” di MBS, dimostrando che il giorno prima dei risultati del test di pressione della Banca europea, il capitale della piccola banca sarà distrutto dal crollo.

($ 1 = € 0,8527)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *