Gli hacker filorussi prendono di mira i siti web aziendali italiani -Agenzia di stampa ANSA

Questa parabola, scattata il 13 maggio 2017, mostra un uomo con in mano un computer portatile mentre viene mostrato il codice informatico. REUTERS / Kacper Pempel / Illustrazione

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

ROMA, 11 mag. (Reuters) – Hacker filo-russi hanno hackerato i siti web di diverse aziende italiane, tra cui il Senato, ha riferito l’agenzia di stampa ANSA mercoledì.

Il gruppo di hacker “Kilnet” ha rivendicato l’attacco, che secondo l’Ansa avrebbe preso di mira l’Istituto Superiore di Sanità (Iss) e l’Automobile Club D’Italia, l’Associazione Nazionale Conducenti.

I siti web del Senato, della Camera alta del parlamento italiano e dell’Iss sono tornati online alle 20.00 (1800 GMT). Un’ora fa, non potevano essere raggiunti.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

La presidente del Senato Elisabetta Casellati ha affermato su Twitter che l’attacco hacker non ha causato danni.

“Questi sono incidenti gravi e non dovrebbero essere sottovalutati”, ha scritto.

Il ministero della Difesa ha dichiarato in una dichiarazione che il sito web non era disponibile “a causa di attività di manutenzione pianificate da tempo sul sito web”.

Fonti dell’agenzia italiana per la sicurezza informatica hanno riferito a Reuters che stavano lavorando con le amministrazioni interessate per recuperare i siti web, raccomandando “le prime contromisure tecniche appropriate”.

La polizia ha detto che era in corso un’indagine, ma non ha commentato ulteriormente.

Dall’invasione russa dell’Ucraina il 24 febbraio, diversi governi occidentali hanno alzato i livelli di allerta di fronte agli attacchi informatici ai sistemi e alle infrastrutture della tecnologia dell’informazione.

A fine marzo le Ferrovie dello Stato Italiane (FS) hanno sospeso alcuni servizi di vendita di biglietti per paura di essere bersaglio di un attacco informatico. leggi di più

READ  Italia: arrestati a Bari due rapitori rapiti dalle Tigri

Ad aprile, il Ministero del cambiamento ecologico ha dichiarato che avrebbe chiuso tutti i suoi sistemi informatici a causa di minacce esterne.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Relazione di Angelo Amanda; Montaggio di Gareth Jones

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *