Gli avvocati analizzano la validità della clausola che potrebbe impedire all’Inter di vendere Joao Mario al Benfica, riportano i media italiani


Joao Mario potrebbe passare dall’Inter al Benfica, ma il suo passaggio dipenderebbe dalla validità di una clausola dell’accordo che in origine lo rendeva un giocatore dell’Inter.

E’ quanto riporta l’edizione cartacea odierna del Corriere dello Sport di Roma, secondo cui gli avvocati di entrambi i giocatori stanno attualmente esaminando l’oggetto per determinarne il significato.

Il 28enne è arrivato in nerazzurro dallo Sporting Lisbona nell’estate del 2016 e si dice che tra i termini dell’accordo sia stata inclusa una clausola che dà al club di Lisbona la possibilità di abbinare le offerte al centrocampista. L’Inter lo cede, così come la squalifica dei nerazzurri di cederlo a un club portoghese diverso dallo Sporting con una sanzione pecuniaria.

Con una sanzione fino a 20 milioni di euro segnalata, sarebbe senza dubbio proibitivo se i nerazzurri volessero cedere il giocatore al Benfica.

Mario aveva trascorso la scorsa stagione in prestito allo Sporting e aveva sperato di rendere definitivo il trasferimento in prestito, ma i colloqui tra i due club sono stati interrotti dalla riluttanza dello Sporting a soddisfare la valutazione dei nerazzurri sul giocatore.

Con lo Sporting fuori dai giochi, diversi club sono emersi come corteggiatori, ma il Benfica sembra guidare la loro caccia alla firma se possono ingaggiarlo senza la condizione di penalizzare finanziariamente l’Inter.


READ  Italian Open | Nadal salpa in finale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *