Gli attivisti giamaicani chiedono scuse alla famiglia reale per il colonialismo | Proprietà

Attivisti giamaicani hanno accusato la regina di perpetuare la schiavitù, in una lettera in cui esortano il duca e la duchessa di Cambridge a fare penitenza per la colonizzazione durante il loro viaggio nei Caraibi.

Mentre il paese celebra i 60 anni di indipendenza, una coalizione di politici, imprenditori, medici e musicisti giamaicani ha invitato lettera aperta Che la monarchia britannica si scusi per il colonialismo e paghi risarcimenti per la schiavitù.

La visita del principe William e Kate è vista come un’offensiva di fascino per persuadere altre nazioni caraibiche a non seguire le Barbados Rimozione della regina dalla presidenza quest’anno.

“Rileviamo con grande preoccupazione la tua visita nel nostro paese, la Giamaica, durante un periodo in cui siamo ancora nel mezzo di una pandemia globale e ci stiamo preparando per il pieno impatto di un’altra crisi globale legata alla guerra russo-ucraina”, la lettera leggere.

“Non vediamo alcun motivo per celebrare i 70 anni dall’ascesa al trono britannico di tua nonna perché la sua leadership, e quella dei suoi predecessori, ha ordinato la più grande tragedia dei diritti umani nella storia umana”.

Il gruppo, che si fa chiamare Advocates Network, dovrebbe tenere una protesta martedì fuori dal quartier generale dell’Alta Commissione britannica a Kingston in concomitanza con l’arrivo della famiglia reale in Giamaica. Rimarrà a Cambridge fino a giovedì, quando partirà per le Bahamas.

La lettera esorta la regina e il governo del Regno Unito a chiedere “scuse per i crimini britannici contro l’umanità, inclusi, a titolo esemplificativo ma non esaustivo, lo sfruttamento della popolazione indigena della Giamaica, il traffico transatlantico di africani, la riduzione in schiavitù degli africani, il lavoro forzato e il colonialismo. “

READ  "Lascia l'Etiopia ora": i britannici hanno avvertito di non partire prima che sia troppo tardi

Cita un discorso “offensivo e insensibile” nel 2015 dell’allora Primo Ministro David Cameron che esortava la Giamaica a “Allontanati da questa dolorosa eredità” Ha elogiato la leadership britannica per aver posto fine agli “orrori della schiavitù”.

Notando che William e Kate sono “beneficiari diretti della ricchezza che la famiglia reale ha accumulato nel corso dei secoli”, la lettera esorta la coppia a “ridefinire il rapporto tra la monarchia britannica e il popolo giamaicano”, iniziando col riconoscere la necessità della penitenza e riparazioni.

Gli attivisti lo paragonano all’incapacità della regina di “riparare le sofferenze dei nostri antenati” durante i suoi 70 anni sul trono.

L’attivista locale per i diritti umani Kay Osborne, che si unirà alla protesta martedì, ha detto che stava partecipando per chiedere che la Giamaica diventasse una repubblica e “le mani della regina slacciano i guanti intorno al nostro collo in modo da poter respirare”.

Ha detto: “Non accogliamo Kate e William. Non li vogliamo qui. Rifiutiamo le riprese che verranno allestite qui per il consumo nel Regno Unito”.

La professoressa Rosalia Hamilton, una delle organizzatrici e firmatarie della lettera, si è detta “motivata dal fatto che stiamo celebrando i 60 anni della nostra indipendenza e molti di noi credono di essere cresciuti e di dover riflettere sulla storia delle lamentele di La Gran Bretagna e la famiglia reale – che consideriamo crimini contro l’umanità. Speriamo che attraverso la lettera aperta possiamo trasmettere che non abbiamo visto nulla da celebrare in 70 anni – quegli anni sono stati molto difficili per la Giamaica”.

“Ci auguriamo che, nonostante ciò che è accaduto, i membri della famiglia reale possano rompere con il passato e creare nuove opportunità di riconciliazione e iniziare il processo di giustizia riparativa”, ha aggiunto.

READ  L'evento meteorologico spaziale offre maggiori possibilità di vedere l'aurora boreale in tutto il Regno Unito

Il tour è stato oggetto di polemiche, con i membri della famiglia reale costretti a cancellare il loro primo viaggio, in Belize, dopo l’opposizione degli abitanti del villaggio che hanno citato una serie di problemi, tra cui le obiezioni al sito di atterraggio dell’elicottero a Cambridge.

Gli esperti dei Caraibi e gli attivisti di Windrush hanno Prega per la famiglia reale Aiutare le nazioni caraibiche a tagliare i legami con la monarchia piuttosto che convincerle a mantenere la regina come capo di stato perché dicono che ciò impedisce loro di raggiungere la vera indipendenza.

Lunedì è prevista la visita delle antiche rovine Maya nel cuore del Belize. La coppia parteciperà anche a un ricevimento per celebrare il giubileo di platino della regina ospitato dal Governatore Generale del Belize presso le rovine Maya di Cahal Beach, vicino a San Ignacio, dove William terrà un discorso.

Durante la loro prima intera giornata in Belize domenica, la coppia ha visitato una fattoria di cacao e ballato durante una visita culturale in un villaggio vicino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *