Gli astronomi vedono le lune formarsi in un disco attorno a un lontano esopianeta

Il nostro sistema solare ospita una serie impressionante di lune, da ghiacciato Pieni di oceani turbolenti a quelli vulcanici con crateri L’inferno sta infuriando. Finora, gli astronomi hanno scoperto 4.438 scienziati orbitano attorno ad altre stelle e non c’è dubbio che varie lune danzano attorno alla maggior parte di questi esopianeti. Ma gli astronomi non hanno ancora trovato nessuno di loro: queste esolune si sono rivelate troppo piccole e troppo distanti per essere osservate.

Ora, dopo anni di osservazioni di una coppia di esopianeti simili a Giove a circa 400 anni luce dalla Terra, gli astronomi hanno trovato la cosa migliore: un disco di detriti in orbita attorno a uno di questi mondi, un anello di roccia e gas che si unisce gradualmente sotto di esso. propria gravità. In altre parole, gli astronomi hanno scoperto una fonderia intorno al pianeta mentre costruivano lune.

Questa è la prima volta che una tale caratteristica è stata scoperta senza ambiguità. E a differenza di molte scoperte al di fuori del sistema solare, questo oggetto non è stato trovato con metodi indiretti – ad esempio la minuscola oscillazione di una stella rivela la presenza di un pianeta che la orbita. Questo disco è stato effettivamente fotografato. Questa è una foto reale di un piccolo pianeta circondato dalla sua stessa formazione della luna.

Scienziati di astronomia Entusiasta senza riserve, Un po’ senza parole. “Non ho idee scientifiche coerenti. Guardo solo l’immagine e dico ‘Wow’ ogni volta che la vedo” Bruce Macintosh, un astronomo della Stanford University non è stato coinvolto nello studio.

Questa scoperta – È stata segnalata giovedì in Lettere per riviste astrofisiche Aiuterà gli scienziati ad affrontare una delle domande più sconcertanti in astronomia: come si formano i pianeti e le loro lune? Le possibili risposte richiedono una miriade di metodi per creare il mondo, da Effetti giganti restare uniti freddo spaziale, dov’è il forza di attrazione gravitazionale potresti combattere perturbazioni di vortici magnetici Si crede che i mondi nascenti lo incontrino.

READ  L'innovativo elicottero Marte della NASA si sta preparando per il suo primo storico volo in un altro mondo

“Abbiamo tutte queste bellissime teorie”, ha detto, “ma se non puoi testarle, potrebbero essere completamente sbagliate”. Myriam Benesti, astronomo dell’Università di Grenoble e autore principale dello studio. Questo straordinario sistema che lei e i suoi colleghi hanno identificato è il luogo perfetto per rivedere queste idee.

Il Sistema Solare, con 4,6 miliardi di anni, è abbastanza nella media. Al contrario, questo lontano sistema stellare esiste la sua infanzia. La sua stella, PDS 70, è apparsa solo sei milioni di anni fa. Il disco di gas e polvere che circonda le stelle che hanno formato i pianeti di Giove, PDS 70b e PDS 70c, è ancora presente. Man mano che i nuovi pianeti si raccolgono lentamente, i due giovani già presenti continuano a trascinare i detriti di questo disco ea fortificarsi con esso.

Il Very Large Telescope nel deserto di Atacama in Cile ha trovato entrambi gli esopianeti, con la scoperta di PDS 70b annunciata in 2018e PDS 70c in formato 2019. Un mese dopo, gli scienziati hanno utilizzato il Large Millimeter/ Submillimeter Atacama Array (ALMA) del Cile. menzionato che le onde radio della polvere fine sono state emesse da circa PDS 70c – prove promettenti che un disco di detriti che fanno la luna lo circonda.

Tuttavia, il segnale era debole. La dott.ssa Benesti e i suoi colleghi hanno utilizzato ALMA per effettuare osservazioni di follow-up, il che dimostra senza dubbio che il PDS 70c ha il proprio disco di detriti, un disco abbastanza grande da creare tre satelliti delle dimensioni di un satellite della Terra.

Non passerà molto tempo prima che queste scoperte diventino routine. Nei prossimi mesi e anni, si rafforza telescopi e osservatori spaziali Sarà pronto per funzionare. A breve verranno scattate le prime foto esterne con la fotocamera. Un giorno, forse, scatteremo un eso-Terra con la nostra macchina fotografica, un secondo punto azzurro pallido. Disse: “Questo è il nostro sogno”. Kate Follett, un astronomo dell’Amherst College non coinvolto nello studio.

READ  'Life Extraterrestrial' mostra come potrebbe funzionare una colonia sulla Luna

Gli astronomi sono impazienti di vedere tutto. Ma il loro appetito per la scoperta è stato momentaneamente offuscato dalla magnifica vista dei satelliti che si preparavano per il loro debutto. “È raro, specialmente nel nostro campo, vedere qualcosa di così bello”, ha detto il dott. Follett.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *