George Floyd News – Live: Derek Chauvin avrebbe potuto porre fine alla moderazione prima, il sergente di polizia racconta al processo

Guarda la trasmissione in diretta mentre continua il processo contro il presunto assassino di George Floyd

Prova precedente MinneapolisPoliziotto Derek Chauvin Il suo quarto giorno entra giovedì, dopo che a una giuria è stato mostrato un video di George Floyd che si lamentava quasi 30 volte della sua incapacità di respirare mentre chiamava sua madre durante il suo arresto fatale l’anno scorso.

Un video clip della polizia mostrato in tribunale il terzo giorno del processo ha mostrato che dopo che l’ambulanza aveva allontanato la vittima di 46 anni, Chauvin, a cui era stato fissato un ginocchio nel collo della vittima, si è difeso di fronte a un passante, dicendo che Floyd stava “bene” “. L’uomo “e” forse su qualcosa “. La giornata si è conclusa con la giuria che ha guardato i video dell’arresto e della morte di Floyd ripetutamente per più di un’ora, ciascuno catturato da un’angolazione leggermente diversa dalle telecamere del corpo indossate dagli agenti che hanno risposto e dai filmati della CCTV.

Il processo dovrebbe durare un mese e ha già incluso convincenti testimonianze di testimoni che descrivono i loro ricordi emotivi degli eventi accaduti prima dell’omicidio di Floyd.

Leggi di più:

Dai un’occhiata agli aggiornamenti e alle analisi in tempo reale per The Independent dal Day 4 of Derek Chauvin La prova è sotto.

1617313854

Il processo di Derek Chauvin termina il quarto giorno della sua testimonianza

Il giudice informa la giuria che il processo riprenderà venerdì alle 9:15, ora del Cairo.

Graeme Massey1 aprile 2021 22:50

1617313746

READ  Biden dice che è `` stanco '' di parlare di Trump e che è un presidente solo per non chiamarlo

La revisione della polizia afferma che Derek Chauvin avrebbe potuto “ porre fine alla moderazione ” quando George Floyd ha smesso di resistere, sente il tribunale

Un ex sergente di polizia di Minneapolis, che è stato chiamato nel luogo di detenzione di George Floyd per una prima revisione della forza, ha detto giovedì alla giuria nel processo per omicidio di Derek Chauvin che la polizia avrebbe potuto abbandonare il signor Floyd prima una volta che avesse smesso di opporsi all’arresto.

“Quando Mister Floyd non stava più offrendo alcuna resistenza agli ufficiali, avrebbero potuto porre fine alla loro moderazione”, ha detto David Pleuger.

Gli agenti sono rimasti sulla testa del signor Floyd per diversi minuti durante il suo arresto, anche dopo che ha perso conoscenza e sono arrivati ​​i paramedici per controllare i suoi elementi vitali.

Josh Marcus ci racconta la storia.

Graeme Massey1 aprile 2021 22:49

1617312938

“Era pazzo”: Court interpreta la chiamata di Derek Chauvin per il sovrintendente dopo l’arresto di George Floyd

Giovedì, una giuria di Minneapolis ha sentito una chiamata tra Chauvin e Musharraf per rivedere la forza che ha usato durante l’arresto, mentre il signor Chauvin si è inginocchiato sul collo di Floyd per più di 9 minuti.

“Dovevamo solo fare pressione su un uomo”, ha detto il signor Chauvin a un sergente, David Blogger, che è stato chiamato per rivedere l’accaduto. “È stato pazzesco.”

“Era pazzo”: Court interpreta la chiamata di Derek Chauvin per il sovrintendente dopo l’arresto di George Floyd

Graeme Massey1 aprile 2021 22:35

1617312477

Il supervisore di Derek Chauvin ha detto alla corte che avrebbe potuto “ porre fine alla moderazione ” quando George Floyd ha smesso di resistere

Graeme Massey1 aprile 2021 22:27

1617312189

Derek Chauvin ha detto ai suoi superiori che George Floyd era “pazzo” nel rivedere le forze dopo l’arresto

Nonostante siano al centro di un processo seguito da vicino, i giurati – e il pubblico in generale – non hanno sentito molto dall’ex ufficiale di polizia di Minneapolis Derek Chauvin, accusato di aver ucciso George Floyd a maggio.

Giovedì, una giuria di Minneapolis ha sentito una chiamata tra Chauvin e Musharraf per rivedere la forza che ha usato durante l’arresto, mentre il signor Chauvin si è inginocchiato sul collo di Floyd per più di 9 minuti.

“Dovevamo solo fare pressione su un uomo”, ha detto il signor Chauvin a un sergente, David Blogger, che è stato chiamato per rivedere l’accaduto. “È stato pazzesco.”

Graeme Massey1 aprile 2021 22:23

1617306768

ICYMI: La ragazza di George Floyd racconta al processo la sua dipendenza da oppioidi e lotta con il dolore

La ragazza di George Floyd ha descritto come ha sofferto di dipendenza da oppioidi e dolore dopo la morte di sua madre, come parte della continua testimonianza giovedì al processo per omicidio dell’ex agente di polizia Derek Chauvin.

Chris Ryota1 aprile 2021 20:52

1617304393

Il capitano dei pompieri testimonia

Entrambi i paramedici hanno testimoniato. Jeremy Norton, capitano dei vigili del fuoco di Minneapolis, è il prossimo.

Chris Ryota1 aprile 2021 20:13

1617303881

È un essere umano. Stavo cercando di dargli una seconda possibilità nella vita “.

Derek Smith testimonia del modo in cui ha trattato l’arresto cardiaco di George Floyd dopo che è stato portato in ospedale e ha iniziato le compressioni toraciche.

Smith ha detto: “Pensa [Floyd] È morto e ha cercato senza successo di rianimarlo tutto il tempo dopo essere arrivato sulla scena.

Chris Ryota1 aprile 2021 20:04

1617303371

Il paramedico descrive la risposta alla scena di George Floyd

Josh Marcus scrive: Un paramedico che è arrivato sulla scena della morte di George Floyd ha testimoniato in un tribunale di Minneapolis giovedì che l’uomo è apparso morto non appena è arrivata un’ambulanza. Derek Smith ha detto alla giuria: “Di solito, pensavo fosse morto”.

Chris Ryota1 aprile 2021 19:56

1617302975

Altro: guarda il medico testimoniare

Derek Smith dice che nessuna assistenza medica è stata fornita a George Floyd al suo arrivo. Ha anche detto che aveva bisogno di “spazzare via” un agente tra lui e il suo camion per iniziare le compressioni toraciche sul paziente.

Smith ha detto: “In termini generali, pensavo fosse morto”.

Chris Ryota1 aprile 2021 19:49

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *