Formula 1: la Ferrari offre supporto dietro le griglie invertite per qualificarsi

Il capo della Ferrari Mattia Binotto ha sostenuto l’idea dei piloti di Formula 1 che si schierano in ordine inverso per le gare sprint.

Questa stagione ha visto le prove sprint al Gran Premio di Gran Bretagna, Italia e Brasile, con gli eventi di sabato che sono serviti come sessioni di qualificazione per l’evento principale di domenica.

Ogni gara sprint ha avuto la propria sessione di qualifiche venerdì, ma Binotto ritiene che quelle sessioni dovrebbero essere eliminate. Invece, i piloti devono semplicemente schierarsi in ordine inverso rispetto al risultato dell’ultimo Gran Premio, ha detto l’italiano.

“Penso che sia [increase drama] Onestamente, per via di tanti eccessi, tanto divertimento”. Motorsport.com.

“Penso che dovremmo davvero pensarci, ed è chiaro che aspetto ha uno sprint sprint. Avendo visto cosa succede, penso che sia persino indiscutibile. “

Una penalità ha costretto Lewis Hamilton a partire in fondo alla rete nello sprint di sabato scorso al Gran Premio del Brasile, e il britannico ha fatto un’ottima prestazione per finire quinto, prima di vincere la gara di domenica dal decimo in rete.

Tuttavia, Hamilton ha precedentemente criticato il concetto di griglia inversa degli sprint, affermando che l’idea è stata progettata da persone che “non sapevano di cosa stessero parlando”.

Il rivale di lunga data di Hamilton, Sebastian Vettel, ha condiviso le opinioni del britannico quando l’idea è stata lanciata l’anno scorso, dicendo che era “completa”.

READ  Euro 2020: l'Italia ha portato la felicità alla nazione per disperazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *