Fodere d’argento con Jack McLaughlin Sostituzione del ritiro per il podio olimpico | nuoto

Ack McLoughlin non ha una buona vista. “Di solito porto gli occhiali”, ha spiegato domenica quando gli è stato chiesto se poteva vedere i suoi rivali in piscina. “Ad essere onesti, non potevo davvero vedere tutto. Potevo vedere alcuni punti”. McLoughlin può essere miope, ma si è presentato dopo il 20/20 per rimanere nel nuoto.

McLoughlin ha recentemente ammesso: “L’anno scorso ero molto vicino a smettere”. Dopo aver fatto il suo debutto olimpico a Rio 2016, il 26enne del Queensland pensava che sarebbe stato al meglio ai Giochi di Tokyo. “Pensavo che il 2020 fosse il momento in cui sarei stato al culmine della mia carriera”, ha detto. Quando le Olimpiadi sono state rinviate lo scorso marzo a causa della pandemia, McLoughlin ha quasi rinunciato. “L’anno scorso ero davvero in difficoltà”, ha detto.

Con l’incertezza che turbinava intorno ai giochi e con McLaughlin vicino al completamento dei suoi studi in ingegneria civile presso la Queensland University of Technology, il freestyler ha riflettuto sulle sue opzioni. “È molto difficile non sapere se succederà qualcosa o no”, ha aggiunto. “Mi alleno fino a 10 o 11 volte a settimana, quindi per farlo, anche se non sono sicuro al 100% se arriverai dove vuoi, è piuttosto difficile”.

Alla fine, con l’incoraggiamento dei suoi amici e della sua famiglia, McLoughlin ha continuato a farlo. Questa decisione è stata ripagata domenica, quando ha vinto la medaglia d’argento nei 400 stile libero nel giorno di apertura delle finali di nuoto. Con gli 800 metri rimanenti e i 1500 a venire, potrebbe comunque passare dall’orlo del ritiro a campione olimpico.

Dopo un giorno di riposo lunedì, McLoughlin è tornato in piscina martedì sera negli 800 metri. L’australiano ha il secondo tempo più veloce degli 800 metri al mondo quest’anno, 7:42.51, dietro l’italiano Gregorio Paltrinieri, che ad aprile ha nuotato con i sei decimi di secondo più veloci.

“Sono passato dai 1500 ai 400”, ha detto McLoughlin, “Gli 800 m mi sembrano uno dei migliori eventi – è una specie di botto nel mezzo dei 400 e 1500 m. Quindi non vedo l’ora che arrivi .”

Gli 800 metri stile libero maschili tornano nel calendario olimpico di Tokyo, a più di un secolo dall’ultima gara a quel livello (all’epoca, alle Olimpiadi del 1904, si trattava degli 880 yard). “Sarà una gara davvero dura con tutti i ragazzi”, ha detto McLoughlin. “[The 800m has] Ha fatto molta strada in un paio d’anni: tutti stanno iniziando a imparare a nuotare ora”.

La distanza media significa che la gara è accessibile a un gruppo di nuotatori; Martedì sera ci saranno cinque temperature. “Avrai 400 milioni di uomini che salgono e 1.500 metri che scendono. Penso che sarebbe bello guardare”. Gli otto più veloci nei playoff avanzeranno alla finale giovedì mattina.

McLoughlin tornerà quindi al Tokyo Aquatics Centre venerdì sera per il suo terzo evento del meeting, i 1500m stile libero. Ha fatto il suo debutto olimpico sulla lunga distanza cinque anni fa ai Giochi di Rio, dove è arrivato nono, prima di vincere la medaglia d’oro ai Giochi del Commonwealth del 2018. McLoughlin è tra i decimi più veloci di tutti i tempi quest’anno, ma con la sua forma attuale , tutto è possibile. “Nuoto davvero bene, il che significa altri eventi, di cui mi sento molto fiducioso”, ha detto.

Essendo stato sul punto di abbandonare lo sport l’anno scorso, McLaughlin non ha deciso se ritirarsi dopo Tokyo o continuare ai prossimi Giochi del Commonwealth o addirittura a Parigi tra tre anni. “Non sono sicuro di essere onesto”, ha detto. “Avrò una grande occasione. Ho ancora gli 800 e i 1500 da fare, quindi vedrò come se la caveranno. Farò un passo alla volta”.

Anche se l’australiano ha detto di aver smesso dopo la sua ultima nuotata di questa settimana e di aver iniziato la sua prossima carriera come ingegnere, l’argento di McLoughlin di domenica gli ha assicurato un posto nella storia delle Olimpiadi. Ma con due gare di vantaggio, la medaglia d’oro resta in vista, occhiali o meno. “Sono le Olimpiadi, tutto può succedere”, ha detto. “Ci sono molte storie e ora sono una di quelle”.

READ  Euro 2020 | A porta inviolata del re preferito d'Italia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *