FM tunisini e italiani discutono dei progressi della Libia

Tunisi, Tunisia

Il ministro degli Esteri tunisino Othman Gerandi e il suo inviato italiano Luigi de Mayo hanno tenuto colloqui a Roma sui progressi della Libia, ha detto sabato il ministero degli Esteri tunisino.

Una delle discussioni è stata “Coordinamento tra i due paesi nel fascicolo libico, soprattutto alla luce degli sviluppi positivi” [Libya]”.

Secondo il rapporto, de Mayo ha definito la Tunisia “un partner strategico per l’Italia” e ha ribadito l’impegno del suo Paese a sostenere il Nord Africa in tutti i campi.

Il 15 marzo è stato inaugurato dal parlamento libico il nuovo governo di unità della Libia, guidato dal primo ministro Abdul Hamid Tibih.

I libici sperano che il governo metta fine alla guerra civile lunga anni che ha travolto il paese dalla cacciata e dall’assassinio del potente Muammar Gheddafi nel 2011.

La guerra si intensificò quando il signore della guerra Khalifa Haptar, sostenuto da diversi paesi, tra cui Emirati Arabi Uniti, Egitto, Russia e Francia, lanciò un’offensiva militare per rovesciare il governo riconosciuto a livello internazionale con sede a Tripoli per controllare il paese nordafricano.

* Scritto da Ibrahim Mukhtar ad Ankara

Il sito web dell’Agenzia anatolica contiene solo una parte delle notizie fornite agli abbonati da AA News Broadcasting System (HAS) e in forma abbreviata. Contattaci per le opzioni di abbonamento.

READ  Walter Ricciardi sul virus variant inglese, Sky Digi24: 'In Italia da novembre'

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *