Fan di Pokemon arrestato per aver venduto hacker Sobble • Eurogamer.net

La serie Pokémon ha sempre incoraggiato i giocatori a prendersi cura dei propri Pokemon, sollevarli correttamente e difendersi dalle grinfie del Team Rocket.

La serie Pokémon non suggerisce che dovresti modificare geneticamente gli amici Pokémon e poi venderli per soldi. Nintendo non è particolarmente entusiasta di farlo.

Il che ci porta ad oggi, un giapponese di 23 anni arrestato per presunta pirateria informatica e vendita.

Notizie Asahi (Attraverso Kotaku) Riferisce che l’uomo senza nome è stato sorpreso a vendere un Sobble modificato a un altro giocatore per 4.400 yen (circa £ 30), dopo di che ha fatto una confessione.

Ma va oltre lo spirituale. Si dice che l’uomo attualmente disoccupato abbia guadagnato 1,1 milioni di yen (circa 8.000 sterline) vendendo migliaia di queste creature modificate. È possibile che questo sia ciò che ha attirato l’attenzione delle autorità.

Oggi, la polizia giapponese ha mostrato con orgoglio il computer utilizzato per modificare i rispettivi Pokemon:

Proprio la scorsa settimana, Pokémon ha rilasciato un file Forte avvertimento per gli hacker di Pokémon Spada e Scudo E il servizio di archiviazione cloud Pokémon Home.

“Abbiamo confermato che alcuni utenti stanno giocando a Pokémon Spada Scudo e Pokémon Home con dati modificati illegalmente”, ha scritto la società. “Monitoreremo regolarmente e risponderemo ad atti fraudolenti e molesti in modo che i nostri utenti possano stare tranquilli. Attendiamo con impazienza il vostro continuo supporto per la serie Pokémon”.

READ  Gli Outrider sembrano arrivare su Xbox Game Pass • Eurogamer.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *