Euro 2020: Gareth Bale dice che giocherà per il Galles fino al giorno in cui lascerà il calcio

ioCi sono voluti cinque anni e sei tentativi, ma Romelu Lukaku ha segnato la sua prima vittoria contro Cristiano Ronaldo la scorsa stagione.

Questo è il momento per Lukaku di divertirsi dopo aver vinto una delle sue statue a San Siro. Ha cercato di portare avanti lo Scudetto dalla Juventus, ma Messi vs Ronaldo è stato profondamente elogiato per lui nella misura in cui avrebbe discusso il suo caso quando discusso tra amici.

Lukaku non è diverso dagli altri attaccanti in cima alla classifica dei gol in Europa ed è interessato a chi sia il vero affare. La frase sopra è uno “state-bader” preso in prestito dal gioco americano, dove un giocatore alza le sue cifre con obiettivi che hanno poco significato nei giochi.

Ronaldo non si ferma. Grandi spettacoli, traguardi importanti sulla piattaforma più alta. Le multe per il comfort sono troppo basse per lui.

Lukaku vuole che questo standard sia misurato in una vita in cui vengono poste domande sul fatto che sia nella lista dei migliori attaccanti. La sua fiducia era volatile, ma va nello scontro Euro 16 di oggi contro il Portogallo e Ronaldo, come un giocatore con una sana arroganza su dove sia il suo gioco.

Ronaldo inizierà il pareggio a La Cartouza a Siviglia, avendo bisogno di un gol per superare Ali Day e diventare il capocannoniere internazionale di tutti i tempi, con Lukaku che non ha alcuna possibilità di catturarlo finalmente in una manciata di giocatori.

In effetti, il record di Lukaku è paragonabile a 63 gol in 96 presenze. Ronaldo ha segnato 36 punti dopo lo stesso numero di partite internazionali, anche se il suo rapporto goal è stato disumano.

READ  GeForce RTX3060D: recensione

Nonostante il suo record belga, Lukaku ha mantenuto un rapporto scomodo con i tifosi. Ha commesso i peggiori errori prima dell’ultima Coppa del Mondo e ha espresso la sua frustrazione quando gli è stato chiesto dei commenti di suo fratello secondo cui il miglior giocatore del paese non ha ottenuto il credito che meritava. “Forse ha ragione,” disse Lukaku.

“Quando le cose sono andate bene, stavo leggendo articoli di giornale e mi hanno chiamato attaccante belga Romelu Lukaku”, ha scritto sul Players’ Tribune. “Quando le cose non sono andate per il verso giusto, mi hanno chiamato Romelu Lukaku, attaccante belga di origini congolesi”.

Scritto da Mike McGrath

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *