Esther Dingley: il parco britannico “è caduto a morte per 100 piedi dopo essersi infilato scarpe consumate” | Notizie dal Regno Unito

Secondo quanto riferito, l’escursionista britannica del parco Esther Dingley è caduta per 100 piedi fino alla morte dopo essere scivolata in una scarpa consumata.

Il corpo della 37enne è stato ritrovato questa settimana dopo essere scomparsa durante un viaggio da sola nei Pirenei a novembre.

Questa settimana la sua compagna, Danielle Colleguet, ha trovato il suo corpo vicino all’attrezzatura da trekking nelle vicinanze l’osso è stato scoperto Lo scorso mese.

Christophe Amonategui, un pubblico ministero a Saint-Gaudens ai piedi dei Pirenei, ha detto al Times che la scoperta di Collegate ha aiutato gli investigatori a capire come è morto Dingley.

“La forma del sito ci porta molto chiaramente verso una caduta di circa 20 o 30 metri”, ha detto il signor Amunatigui.

Ha detto che gli agenti sono convinti che la sua morte sia stata accidentale, anche se l’autopsia deve ancora essere rilasciata.

Amonatsategui ha detto al giornale che un “fallimento delle scarpe” potrebbe aver avuto un ruolo nella sua caduta perché le sue scarpe erano consumate e “ovviamente aveva una suola leggermente scivolosa”.

Il corpo della signora Dingley è stato trovato in fondo a una scogliera.

Il procuratore generale ha anche dichiarato al MailOnline: “La teoria dell’incidente ora è più che forte perché il corpo è stato trovato direttamente sotto una specie di picco roccioso.

immagine:
Ester Dingley. Pic: Global Charity LBT

“Pensavamo che Esther sarebbe caduta perché lungo questo muro abbiamo trovato le sue cose e sono finite in fondo”.

Ma ha anche ammesso che gli eventi che hanno portato alla sua morte potrebbero non essere mai conosciuti come “la persona che cade e le condizioni del corpo rendono le indagini molto complicate”.

READ  Sciami dei "peggiori ratti in decenni di peste" in tutto il New South Wales mentre tre pazienti ospedalieri sono stati morsi notizie dal mondo

La signora Dingley stava camminando da sola sulle montagne vicino al confine franco-spagnolo ed è stata vista l’ultima volta il 22 novembre.

Il mese scorso, è stato trovato un osso nelle vicinanze che un test del DNA ha poi confermato essere suo.

L’ente benefico globale LBT, che fornisce supporto alle persone scomparse all’estero, ha affermato che la sua partner è stata trovata con il suo corpo e le sue attrezzature lunedì pomeriggio.

In una dichiarazione, hanno dichiarato: “Una squadra di specialisti forensi insieme al personale di soccorso alpino è stata inviata sul sito per catalogare la scena e recuperare Esther.

“A questo punto, l’incidente è l’ipotesi più probabile, data la posizione e altre prime indicazioni. È in corso un’indagine completa per confermare i dettagli che circondano questa tragedia.

“La famiglia rimane estremamente grata per gli sforzi e l’impegno delle unità di polizia partecipanti per comprendere le circostanze esatte della morte di Esther.

“LBT Global sta supportando la madre di Danny e Esther, Rhea, mentre accettano questa notizia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *