Esplorando l’Italia senza macchina

Italia Se sei pronto per esplorare le piccole città del cuore verde e ondulato d’Italia, non disperare per la mancanza di ruote. Molti paesi di montagna dell’Umbria si trovano sulle ferrovie principali o secondarie. Ad esempio, ad Arvietto e Spoleto, i treni arrivano nelle città basse, e i visitatori raggiungono le città alte tramite finicolari, ascensori o scale mobili scavate nella “rocca” costruita su antiche abitazioni. Mentre la campagna intorno a loro non è sempre facilmente accessibile senza un’auto, le città offrono velocità più basse, musei più piccoli, chiese e cattedrali importanti e molte opportunità per degustare cibo e vino locali. Arvietto (pro avvertimento: questo autore vive nelle vicinanze) è una delle principali città etrusche e i siti esistenti includono una necropoli, i resti di un tempio e una vasta rete di grotte scavate nell’altopiano vulcanico di tufo. La sua diocesi, o cattedrale principale, ha una facciata gotica rialzata, ricoperta di mosaici, ed è una delle più famose d’Italia. Spolto precedette i romani, ma i suoi antichi siti, un teatro, un anfiteatro, tracce di una casa ricostruita e di un’antica strada, erano tutti Roma Imperiale. Sopra la città alta si trova un grande fortilizio del XIV secolo, con una dozzina o più di chiese risalenti all’Alto e Basso Medioevo.

READ  Due giovani della Juventus dovrebbero far parte della squadra italiana Under 21 contro Spain-Juvef.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *