Due uomini condannati per l’omicidio di Malcolm X saranno assolti più tardi oggi | Malcom X

Due uomini hanno mantenuto la loro innocenza per decenni nell’assassinio di un’icona dei diritti civili nel 1965 Malcom X Giovedì sarà assolta, dopo quasi due anni di nuove indagini.

Muhammad Aziz, ora 83 anni, e il defunto Khalil Islam sono stati condannati nel 1966, dopo un processo in cui le autorità hanno trattenuto prove a favore della difesa, hanno detto i loro avvocati, l’Innocence Project e l’avvocato per i diritti civili David Shanese.

L’ufficio del procuratore distrettuale di Manhattan, Cyrus Vance Jr., dovrebbe unirsi all’avvocato degli uomini giovedì nel chiedere al giudice di ribaltare le condanne.

Malcolm X fu assassinato il 21 febbraio 1965, ad Audubon Hall ad Harlem, mentre stava iniziando un discorso.

Aziz, Islam e un terzo uomo, Mujahid Abdel Halim – noto anche come Talmadge Heyer e Thomas Hagan – furono condannati per omicidio nel marzo 1966 e condannati all’ergastolo.

Hagan ha detto di essere uno dei tre uomini armati che hanno sparato a Malcolm X, ma ha testimoniato che né Aziz né Islam erano coinvolti. I due si dicevano sempre innocenti e si scusavano. Non ci sono prove fisiche che li colleghino al crimine.

Malcolm X ha guadagnato fama nazionale come voce della Nation of Islam, parlando dell’importanza dei neri che rivendicano i loro diritti civili “con ogni mezzo necessario” nel suo ruolo altamente visibile con l’Organizzazione Musulmana Nera.

Ma in seguito si separò dal gruppo e, dopo un viaggio alla Mecca, iniziò a parlare della possibilità dell’unità razziale. Gli è valso l’ira di alcuni nella Nation of Islam che lo vedevano come un traditore.

Aziz è stato rilasciato nel 1985. Islam è stato rilasciato due anni dopo ed è morto nel 2009. Entrambi hanno continuato a premere per la cancellazione dei loro nomi.

READ  L'ex moglie di Trump dice di aver condiviso sette scatole di documenti con gli investigatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *