Donorumma ignora i fischi di chiusura sul foglio bianco on

Quando l’Italia vinse per l’undicesima volta consecutiva sotto Roberto Mancini, un raro riferimento fu smentito. All’89’ della vittoria di domenica contro il Galles alle Olimpiadi, i fischi non hanno preso di mira l’allenatore o la sua squadra, ma il portiere 22enne.

Gianluigi Donarumma stava andando in panchina e ha lasciato il gioco per sostituire Salvador Sirigu. Mancini, che è stato citato come dicendo che non avrebbe mai giocato in una Coppa del Mondo nel bel mezzo dei suoi più grandi problemi di carriera, voleva assicurarsi che la sua guardia posteriore avesse almeno qualche minuto in campo dove avrebbe potuto essere la sua ultima partita internazionale.

Donorumma non ha commesso molti errori durante la partita. Non ha fatto molto di niente. C’è stato un singolo salvataggio diretto dal titolo di Joe Rotten, e c’è stato un silenzio impressionante quando Aaron Ramsey è corso all’inizio del secondo tempo. Donorumma ha affrontato il giocatore gallese al suo posto più vicino e i difensori hanno preso tempo per riprendersi.

I tifosi del whistleblowing – una minoranza, non si sono opposti alla sua prestazione, ma alle scelte che hanno portato alla rescissione del suo contratto a Milano e si è proposto di passare al Paris Saint-Germain questa estate. I sostenitori di Rosario si sentono traditi da Donarumma, che si è diplomato all’Accademia del loro club.

Avidità

Le accuse di avidità non sono nuove. Quattro anni fa, durante la partita dell’Italia Under 21 a Cracovia, sono state lanciate banconote false contro Donarumma e il suo agente Mino Riola ha detto al Milan di non voler rinnovare il contratto. Nonostante il giocatore abbia cambiato idea quest’estate, alcuni infortuni non sono mai completamente guariti.

READ  Moto 3 italiana: Suzuki protegge la pole mentre le qualifiche terminano sotto bandiera rossa | MotoGP

Tuttavia, è sorprendente sentire che questi difetti penetrano nell’inizio italiano di Euro 2020 (affrontano l’Austria, che sabato ha vinto tutte e tre le ultime tre partite del girone). Nicole Barrella lancia panchine al suo vecchio amico Manuel Locatelle.

L’importanza di Donarumma per la nazionale non è in discussione. Mancini ha più volte insistito sul fatto che considera titolari tutti e 26 i membri della sua squadra, ma solo uno dei tre portieri – insieme a Jorginho e Leonardo Bonucci – ha effettivamente iniziato ogni partita.

Non ha subito gol negli ultimi 874 minuti in cui ha giocato con l’Italia, la terza striscia più lunga nella storia della nazionale. Un traguardo condiviso, reso possibile dalla prestazione dominante dei compagni di squadra di Donorumma. Ad oggi ha fatto solo due risparmi in questa partita.

L’Italia ha trovato un nuovo paradigma per raggiungere l’eccellenza difensiva – quel Paese è spesso – se non sempre correttamente – rilevante. La squadra di Mancini tiene il pallone lontano dalla porta di Donorumma comandando il gioco sopra il campo, occupando le aree avversarie con possesso e alta pressione combinate, guidate da Ciro Immobile o Andrea Pelotti dall’attacco.

Tuttavia, il sistema si basa ancora su una difesa che sa come agire quando abbatte i nemici. La velocità di recupero dell’estero di Leonardo Spinozola è una risorsa che gli consente di bombardare in avanti e unirsi all’attacco dalla posizione posteriore sinistra, mentre gli archi posteriori destro dell’Italia entrano all’interno. La stabilità duratura di Giorgio Cielini nel difensore centrale è stata evidenziata al 92′ della corsa per difendere la porta inviolata contro la Turchia, celebrata con entusiasmo come un gol.

READ  Notebook GT4: ATAC GT4 Germania e GT italiano

Eppure Ponzu è un difensore di cui Mancini finora si è rifiutato di fare a meno. Il giocatore della Juventus ha sempre espresso il meglio di sé da dietro e il suo rapporto con Donorumma è forte. Giocava a Milano nel 2017, quando il portiere era riluttante a firmare un nuovo contratto, portando i tifosi a prenderlo di mira per la prima volta.

Bonucci ha consolato Donarumma, che piangeva per il giovane di giornata negli spogliatoi di San Siro prima della partita contro il Venona, nei suoi momenti più bassi. È stato preso di mira dagli Ultras con uno striscione che gli intimava di partire in fretta, definendo “parassita” il fratello, portiere nei libri del Milan.

Attenzione

“Mi ha fatto davvero male sentire qualcosa di falso”, ha detto Donorumma a Milan TV anni dopo. “In quel momento Bonucci mi ha consolato e mi ha detto di non badare a loro… Mi ha aiutato molto”.

Con il passare degli anni, l’ambiente è cambiato. Donarumma ha ricevuto cure mediche al PSG la scorsa settimana. Poiché il percorso dell’Italia verso la finale di Euro 2020 passa attraverso Londra e Monaco, non dovrà giocare un’altra partita per un po’ nel suo paese d’origine.

Tuttavia, non fu ipnotizzato da quei fischi a Roma. Donarumma è concentrato sull’estensione della sua corsa imbattuta. Per battere il record di Dino Soff, è dovuto partire fino all’ultimo minuto delle semifinali. “Sarei felice se lo facesse”, ha detto Soph questa settimana. “Significa che abbiamo raggiunto la finale”.

Collettivamente, l’Italia potrebbe presto rivendicare questo risultato. Donorumma ha mancato due amici durante l’attuale run vincente, mentre Sirigu, Alessio Kragno e Alex Mered hanno avuto altri due clean sheet. Ciò significa che la squadra di Mancini non ha subito gol per 1.055 minuti, 88 in meno del punteggio di Soap.

READ  Coppa America: ravvivati ​​spot off-water tra l'Italia e il braccio dell'evento del Defender Team NZ

Il vincitore del Mondiale ha festeggiato a febbraio il suo 79esimo compleanno, ma spera che “avrei potuto anche giocare in porta per l’Italia che ha battuto la Turchia”. Donorumma non ha bisogno di fare molto male in due partite. La vittoria dell’Italia a Euro 2020 è stata alleggerita. Entrare nella fase a eliminazione diretta può passare più di qualche fischio arrabbiato.

– Il guardiano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *