Donald Trump, dodici senatori repubblicani chiedono un cambiamento nel voto degli Stati Uniti

Donald Trump Per non essere da meno, ora ci sono 12 senatori repubblicani Ted Cruz, È un ex candidato alla presidenza ed è considerato candidato alle prossime elezioni del 2024, e vogliono seguirlo nella battaglia per sfidare il voto.

Dodici dei 52 senatori repubblicani vogliono sostenere le obiezioni del loro collega Josh Howley Certificato per il referendum presidenziale del collegio elettorale del Congresso il 6 gennaio. Rapporti della CNN. Il pannello cita il precedente del 1877 per la sfida presidenziale tra Samuel Tilton e Rutherford Hayes, che è stata segnata da accuse di frode elettorale in vari stati.

Dodici senatori voteranno mercoledì per opporsi ai risultati del collegio elettorale e si terrà una riunione congiunta del Congresso per contare correttamente i voti. Senatori: Ted Cruz (Texas), Josh Howley, Ron Johnson (Wis.), James Langford (Okla.), Steve Daines (Mont.), John Kennedy (La.), Marsha Blackburn (Den.) E Mike Brown (Hindi) .), Cynthia Lumis (v.), Roger Marshall (Conn.), Bill Hogerti (Den.) E Tommy Doverville (v.) Hanno detto in una dichiarazione congiunta che avrebbero votato contro l’accettazione dei risultati delle elezioni.

«Il Congresso dovrebbe nominare immediatamente una commissione elettorale con pieni poteri investigativi e di accertamento dei fatti per condurre un audit di emergenza di 10 giorni sui risultati delle elezioni negli stati contesi.», loro hanno detto. «Una volta completata, i singoli Stati possono convocare una riunione legislativa speciale per valutare i risultati della commissione e, se necessario, certificare un cambiamento nel loro voto..

Ultimo aggiornamento: 3 gennaio, 01:15


© Revisionato

READ  'Stanley Ducy: Searching for Italy' esplora la Toscana con un wine bar crawl: How to see, livestream without cable

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *