Didier Drogba: Il figlio della leggenda del Chelsea ha segnato il suo primo gol da professionista

ISAAC DROGBA ha ancora molta strada da fare prima di paragonarlo al suo famoso padre Didier, ma è lontano dall’obiettivo dopo aver segnato il suo primo gol da professionista.

Isaac sta camminando nella quarta divisione italiana e recentemente ha segnato il suo primo gol con Folgor Karates.

Isaac ha firmato con la squadra italiana di quarta divisione Folgor Caratsi a febbraio mentre cerca di fare la sua impressione su questo sport. Il figlio ventenne del Chelsea e della leggenda della Costa d’Avorio aveva precedentemente trascorso incantesimi alla Blues Academy e con la seconda squadra del club francese Gangnam. Ironia della sorte, anche Drogba Senior ha suonato per Gangne ​​prima di unirsi al Marsiglia nel 2003.

In due periodi con il Chelsea, Drogba Senior ha segnato 164 gol in 381 partite, e tra questi molti gol sono stati alcuni dei più importanti nella storia del club.

La leggenda: Didier Drogba con il famoso trofeo della UEFA Champions League

Il suo colpo di testa ha avuto la meglio contro il Bayern Monaco nella finale di UEFA Champions League 2012, quando il Chelsea era in svantaggio per 1-0 tre minuti prima della fine, ed è stato il rigore che ha vinto il titolo ai rigori ai Blues. Nel complesso, ha aiutato lo Stamford Bridge a vincere quattro titoli di Premier League e quattro FA Cup.

Durante il suo periodo nel sud-ovest di Londra, Drogba ha anche vinto due premi della Premier League come capocannoniere della divisione.

Gran parte del successo di Drogba è arrivato a Stamford Bridge quando era diretto da Jose Mourinho. Sulla controversa partenza di Mourinho dal club, Droga ha spiegato il suo rapporto con il portoghese.

READ  Rumor: il Chelsea è in testa alla corsa per Varane, il giocatore del Real Madrid, il Bayern vuole Nagelsmann

Drogba ha detto: “Emotivamente è stato difficile per me” Watchman. “Non ho capito. La mia reazione è stata, voglio andare; se n’è andato, voglio andare, è tutto finito. Ero di questo umore. Ma poi ero ancora sotto contratto e l’ho sempre detto finché lo ero Indossando una maglia del Chelsea farei sempre del mio meglio, qualunque sia il motivo. Farò sempre del mio meglio. Per due settimane è stato molto difficile “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *