Derek Chauvin si trasferisce a un nuovo processo, due settimane dopo la sua condanna per l’omicidio di George Floyd | Notizie dagli Stati Uniti

L’ex agente di polizia Derek Chauvin ha chiesto un nuovo processo, due settimane dopo la sua condanna per l’omicidio di George Floyd.

In una serie di richieste presentate al giudice del tribunale distrettuale Peter Cahill, l’avvocato di Chauvin, Eric Nelson, ha affermato che al suo cliente era stato negato un processo equo, aggiungendo che c’era stata una cattiva condotta da parte dell’accusa e della giuria, errori legali nel processo e che il giudizio era contro la legge.

Il signor Nelson ha detto che il giudice ha abusato della discrezionalità del tribunale e ha violato il diritto di Chauvin a un giusto processo e a un equo processo respingendo la richiesta di spostare il processo in un’altra contea a causa della pubblicità preliminare.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video di facile accesso

Nel momento in cui Derek Chauvin viene condannato per omicidio

Ha anche affermato che il giudice ha abusato della sua discrezione respingendo una precedente richiesta di un nuovo processo sulla base della propaganda che presumibilmente minacciava l’equità del processo.

La decisione di non mettere sotto accusa la giuria, così come la decisione di non consentire a un uomo che era con il signor Floyd al momento del suo arresto, di testimoniare è stata criticata.

Il signor Nelson ha anche detto che la decisione della giuria dovrebbe essere “rimossa” perché i giurati “hanno commesso una cattiva condotta, si sono sentiti minacciati o intimiditi, hanno sentito pressioni basate sulla razza durante il procedimento e / o non hanno rispettato le istruzioni durante le deliberazioni”.

Non è stata fatta menzione di notizie secondo cui un giurato faceva parte di una manifestazione a Washington, DC in agosto per onorare Martin Luther King, Jr., mentre indossava una camicia nera.

READ  Joe Biden News: Kim ignora la posizione di Trump sui colloqui sul nucleare - "Nessuna risposta da Pyongyang" | Il mondo | notizia

Utilizza il browser Chrome per un lettore video di facile accesso

‘Non c’era riflessione’: giurato nel verdetto di Chauvin

Il giurato – Brandon Mitchell – ha insistito sul fatto che la marcia non era una protesta contro la morte di Floyd.

Ex agente di polizia di Minneapolis Chauvin È stato processato ad aprile, accusato di omicidio di secondo grado, omicidio di terzo grado e omicidio colposo – accuse che ha negato.

La giuria ha impiegato 10 ore e mezza per condannare il 45enne con tutte le accuse.

Signor FloydUn uomo di colore bianco di 46 anni, morto mentre era incatenato da Chauvin, è stato arrestato nella città degli Stati Uniti nel maggio 2020.

Utilizza il browser Chrome per un lettore video di facile accesso

“Tutti e tre i conti!” La folla esulta per il governo di Chauven

Un filmato filmato dai passanti ha mostrato il ginocchio di Chauvin pizzicato al collo e alla schiena del signor Floyd per circa nove minuti mentre ansimava per riprendere fiato.

Il filmato ha scioccato il mondo e ha scatenato proteste globali contro il razzismo e la brutalità della polizia.

Ma la rara sentenza contro l’ufficiale di polizia è stata accolta con favore da molti, incluso Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

È stato visto come una pietra miliare nella difficile storia razziale degli Stati Uniti e un avvertimento sul modo in cui le forze dell’ordine statunitensi trattano i neri americani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *