Crisi di governo, Conte oggi al Senato: Novità

Giuseppe Conte è indagato dal Senato. Dopo aver conquistato la fiducia alla Camera con 321 voti, il presidente del Consiglio Palazzo compare in Madame. Le ultime notizie nel giorno cruciale per la crisi di governo.


9.10 – “Dirò alla classe come voterò per la correttezza organizzativa”. Lo ha ribadito il senatore a vita Mario Monti in un’intervista a Radio 24, annunciando più volte nei giorni scorsi che vorrebbe ascoltare le comunicazioni del presidente del Consiglio prima di esprimere le proprie opinioni sul governo. “Ieri mi sono ancorato da Conde all’Europa e mi sono convinto in molti aspetti, come” guidare la crescita del paese nei prossimi due anni “, ha detto Monty.

8.44 – La decisione di Renata Polverini di votare a favore del governo Conte “è stata presa con trasparenza. Devo ammettere che l’onorevole Polverini è molto fermo. Secondo me è giusto votare con la coscienza pulita. Penso che guarderemo altre notizie al Senato, per esempio. Voteranno in maniera diversa dai cartelli del loro gruppo, che ha deciso di rinunciare ”. Lo afferma il vicedirettore ospite Andrea Romano, ospite d’onore di Cusano Italia tv ‘Imprenditori e altri’

8.32 – Il discorso del presidente del Consiglio “darò abbastanza”, ma non voterò per un voto di fiducia al governo perché “Conte chiede a Conte II di votare la storia dell’esecutivo”. Paula Binetti, senatrice e membro dell’UTC, ha sottolineato Courier della Serra: “Non ci sono indicazioni che un nuovo partito centrale espanderà la sua maggioranza. Il Paese ha bisogno di un partito centrale”. “Conte potrebbe essere una componente chiave di questo nuovo progetto”, dice Binetti, sottolineando che “non ha ricevuto nessuna chiamata da Palazzo Ciki” per sostenere l’esecutivo. Per quanto riguarda il voto al Senato, prevede che “il governo non avrà la maggioranza assoluta”.

READ  Janiolo, l'ex fidanzata Sarah è incinta: "accetterò le mie responsabilità"

8.16 – “Nessuno di Forza Italia voterà per la fiducia”. Queste le parole di Maricio Caspari in Agora. “Polverini ha votato contro la famiglia sull’immigrazione. Ha incontrato il presidente del Consiglio Conte, il cui voto unico era ampiamente previsto, davanti al quale ci sono stati palesi tradimenti dei voti di Forza Italia alla Camera”, ha detto, riferendosi a un voto di Renault Polverini ieri per convincere il governo.

7.25 – “Renzi mi è piaciuto all’inizio della sua carriera politica. Ma per mia natura non apprezzo coloro che sono molto disonesti e cinici ed eccessivamente espressivi di credibilità, nemmeno in politica, e anche in una certa misura sono fisiologici. In ogni caso la mia opinione non è stata calcolata, ma temo che adesso non piaccia a una buona fetta di italiani “. Così all’ex moglie di Giuseppe Conte, il Corriere della Serra Valentina Figo.

7.03 – “Non è una questione personale, l’Italia è in pericolo. Abbiamo sollevato questioni di cui nessuno ha parlato: soldi per la salute attraverso il disordine, riapertura di scuole, incentivi al lavoro invece di sussidi ”. Quindi al Corriere della Serra Maria Elena Poshi sul piano per confrontare l’italiana Viva con il governo. “L’Italia gioca il futuro adesso – dice – non tra un anno. Alla richiesta di una visione, hanno risposto dando la caccia a coloro che hanno risposto: “Vogliamo risolvere la crisi economica, sociale e sanitaria. Se il governo ha altre idee o vuole portarle avanti con altre maggioranze, vai avanti senza di noi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *