Costiera Amalfitana: “C’è più da vedere e da fare qui di quanto possa fare qualsiasi parola”

Se prevedi di viaggiare dopo il blocco, la Costiera Amalfitana potrebbe essere nella tua lista. James Fisher dà un’occhiata a una vasta gamma di cose da apprezzare sulla storia, la cultura e la bellezza assoluta delle spiagge più pericolose d’Italia.

Quando sant’Andrea fu martirizzato dalla crocifissione a Patrasso, in Grecia, molto probabilmente credeva che sarebbe arrivato in paradiso. La sua anima potrebbe essere ascesa tra le nuvole, ma il suo corpo ha raggiunto la costa di Amalfi, quindi non importa da che parte lo guardi, aveva ragione.

Andrea è arrivato in barca, ma di questi tempi è consuetudine avvicinarsi in macchina da Napoli a questa sponda diroccata all’estremità dello stivale italiano. Non è un viaggio per deboli di cuore: singole strade tortuose si snodano su e intorno alle pareti di ripide scogliere, e non c’è nient’altro che l’ametista delle acque del Mediterraneo pronta a darti la caccia.

C’è un motivo per cui questa costa è stata inclusa nei videogiochi di guida di Forza Motorsport e Gran Turismo; È molto probabile che anche il tassista che ti trasporta si immagina come un pilota da corsa.

È un po ‘strano pensare che gli umani possano fare la loro casa qui. Mentre ti affretti verso la tua destinazione, che sia Ravello, Positano, Minori o la stessa Amalfi, la bellezza naturale della costa contrasta con lo sforzo dell’umanità di apprezzarla.

Le case sono sparse su colline, pendii e crepacci come se una forza superiore fosse sparpagliata su di loro come il sale. I muli, i loro sacchi pieni di limone, ricordano che questo è un ambiente rurale, dove il turismo è ancora abbastanza nuovo.

READ  Reportage fotografico: EPCOT 4/7/21 (bussola monolitica completata, nuove spille grandi, custodie per telefoni per festival dei fiori e giardini e altro)

Non è stato sempre rurale, prima dello tsunami nel XIV secolo, il Ducato di Amalfi era un’area commerciale marittima indipendente nel Mediterraneo, e anche ora gli Amalfitani sono fieramente fedeli alla loro storia e non hanno bisogno di una seconda chiamata a ti ricordo che non sei “italiano” – Garibaldi è una parola bandita da queste parti.

Ma i locali sono abituati a essere picchiati per il loro peso. Ti diranno che la croce sulla loro bandiera precede la storia del suo cugino più famoso usato dall’isola di Malta e aggiungerebbero che, se non fosse per perfezionare il loro lavoro sulla scatola bussola nel XIII secolo, la navigazione in Europa non avrebbe visto un tale successo. Infatti, l’inventore del compasso a scatola, Flavio Gioia, si affaccia ancora oggi sul porto di Amalfi.

Ma forse la cosa più sorprendente della Costiera Amalfitana è l’assalto del colore. L’acqua sembra essere diversa e più luminosa del blu quasi ogni volta che la guardi, e il contrasto tra il mare e il bianco, il giallo, il rosa e l’arancione degli edifici che la circondano è affascinante.

Nelle principali città e villaggi l’architettura è irregolare quasi quanto il permesso di costruire. Basta guardare il Duomo di Amalfi, luogo di riposo di Sant’Andrea, per vedere un edificio molto più grande della somma delle sue parti. Iniziato nel IX secolo, è stato costantemente ricostruito, rinnovato e aggiornato in vari stili, il che significa che puoi vedere il cambiamento del tempo e del gusto mentre cammini. Quello che era iniziato come un modesto edificio della Normandia ora combina influenze bizantine e design barocco, gotico e rinascimentale. La storia europea è costellata nelle sue pietre.

READ  Scenografo "Luca" sul panorama italiano del film Pixar

Sala Ravello

Lontano dalla costa, a Ravello, gli stili classici dell’Europa cedono il passo al modernismo sudamericano, con l’onda di cemento fatiscente della Sala di Oscar Niemeyer che domina la città sottostante. È uno dei tanti locali di questa città musicale ed è noto per i suoi festival durante tutto l’anno, ed è giusto dire che se ci vivessi, canteresti anche tu.

Quasi ogni città e villaggio locale sembra avere una storia unica e interessante. Prendi Furor, dal nome “il suono del mare in tempesta mentre colpisce la valle sottostante”. Il fiordo qui è stato un porto naturale, noto per il suo fiorente commercio, per secoli, ma la città è anche conosciuta come Italian Neverland, o il paese inesistente, poiché non ha un centro: è solo un gruppo di case ed edifici.

Era anche il posto dove stare per Roberto Rossellini l’amoreIl caso Miracle, che è stato autorizzato a essere rilasciato, ha stabilito un precedente per la libertà di espressione che persiste fino ad oggi. La prova, ancora una volta, è che questa piccola fetta d’Italia è solo in sovrappeso.

C’è molto di più da vedere e da fare qui di quanto qualsiasi parola possa rendere giustizia. Per quanto allettante possa essere esplorare la catena di città e villaggi lungo questa costa, vale anche la pena rimanere ovunque ti trovi e goderti un bicchiere di limone con vista sul Mediterraneo. Qualunque cosa accada, i panorami, i suoni e gli odori della Costiera Amalfitana ti ispireranno sicuramente.

vivere lì

Con le sue case bianche panoramiche aggrappate a una ripida scogliera, Positano è uno dei borghi più belli della Costiera Amalfitana e questo appartamento è In vendita a 3 milioni di euro con Mayfair International RealtyCompagno International Real Estate IBSfrutta al massimo le meravigliose viste sul mare e sulle isole di Le Galle.

READ  Gli Stati Uniti usano le tariffe per contrastare le tasse sulle grandi tecnologie

Immobile in vendita a Positano

Un ingresso separato dà accesso alla proprietà di 1.500 piedi quadrati, che ha due camere da letto, diversi soffitti a volta, un soggiorno con camino e un angolo cottura, ma è perfettamente progettata, decorata con piastrelle di Vitri e dotata di balcone panoramico.

Guarda altre foto o contatta il rivenditore.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *