Cos’è il nuovo Ministero della Trasformazione Ambientale italiano?

Per la prima volta nella sua storia, l’Italia avrà un Ministero per la Trasformazione Ecologica, ovvero un’istituzione specifica per trasformare il sistema produttivo italiano verso un modello più sostenibile. Questo è più di un semplice Ministero dell’Ambiente, ma è un concetto completamente nuovo che mira a sabotare l’intero approccio alla produzione, al consumo e allo stile di vita del paese nel suo complesso.

Il ministero, nato con il nuovo governo italiano, sarà guidato da Roberto Singolani, fisico ed ex presidente dell’Istituto Italiano di Tecnologia. Nello specifico, il ministero giocherà un ruolo importante nel decidere come spendere 70 miliardi di euro (84 miliardi di dollari) dei 209 miliardi di euro (260 miliardi di dollari) del piano di ripresa, che è il piano europeo per rilanciare l’Italia, di cui politiche green modulo. Più di un terzo (37%).

L’idea del ministero della Trasformazione ambientale non è nuova di per sé, ma si basa sull’esempio di paesi come Francia e Spagna. In Francia, il ministero pone tra i suoi compiti il ​​principio della giustizia sociale, il che significa che non si occupa solo della protezione ambientale, ma gestisce anche i trasporti, il settore energetico, le politiche abitative e la protezione della biodiversità. In Spagna, un ministero simile è stato creato appositamente con l’obiettivo di rafforzare una legge sul cambiamento climatico e creare una strategia energetica globale per il paese. In Svizzera, una specifica amministrazione federale dedicata alla transizione verde combina diversi settori: ambiente, trasporti, energia e telecomunicazioni.

In Italia, il ministero di nuova costituzione raccoglierà alcune delle principali responsabilità solitamente legate al Ministero dello Sviluppo Economico; Nello specifico, verranno raggruppate tutte le attività che ruotano attorno alle politiche energetiche, alle emissioni dei trasporti, alle risorse energetiche alternative, alle politiche di sviluppo sostenibile, all’economia circolare e alle relative politiche. Inoltre, il ministero si occuperà delle responsabilità ambientali più tradizionali come la gestione dei rifiuti, la gestione delle risorse idriche e la difesa ambientale.

“Vorrei sottolineare la nuova abbreviazione di Ministry: Mite [meaning ‘gentle’, ‘tame’ in Italian]Lo ha detto il ministro Roberto Singolani. “La gentilezza è una virtù perduta che dobbiamo recuperare e che indica il modo in cui vogliamo lavorare: costruire sulla forza delle nostre motivazioni e sulla consapevolezza di una sfida sociale e ambientale, confrontarci aprendoci, prendendoci cura delle generazioni future. la sfida è impressionante, non abbiamo molto tempo “.

La nascita del Ministero per la Transizione Ambientale è stata in gran parte guidata dal Movimento Cinque Stelle e nello specifico dal suo fondatore, Bibi Grillo, che ha incontrato il premier Mario Draghi per discutere la questione in occasione delle consultazioni presidenziali. Secondo i dati ufficiali, la presenza del movimento nel nuovo governo è legata alla costituzione di questo ministero. “Trasformazione ambientale non significa solo questioni ambientali e verdi, ma rivedremo completamente il concetto di business e di impresa e apriremo un percorso moderno e innovativo che ci renda più competitivi in ​​Europa e nel mondo: significa anche creare nuovi, stabili e opportunità di lavoro a lungo termine ”, ha affermato il ministro degli Affari esteri e membro a cinque stelle Luigi Di May.

Secondo Evan Novelli, presidente di Greenpeace Italia, “il settore politico italiano non ha mai considerato prioritario l’emergenza climatica. L’approccio del premier Draghi è molto diverso”. Anche Stefano Ciavani, Presidente di Legambiente, una delle principali organizzazioni ambientaliste del Paese, ha accolto con favore la formazione di questo nuovo ministero. Risorse [of the Recovery Plan] C’è molto e va speso tutto per i progetti giusti: impianti eolici e fotovoltaici, impianti per un’economia circolare “insieme” alla necessità di semplificare la burocrazia, rafforzare il controllo ambientale e professionalizzare la pubblica amministrazione. Le sue parole [Draghi’s] Ha detto: “Dacci speranza”.

READ  Yellen confirmed her position as head of the treasury, with more economic aid placed high on the agenda

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *