Coronavirus Irlanda del Nord: attivati ​​i piani per determinare la diffusione della nuova variante Omicron

Il ministro della Sanità Robin Swan ha affermato che sono stati attivati ​​piani per identificare qualsiasi diffusione della nuova variante del virus omicron nell’Irlanda del Nord.

In una dichiarazione rilasciata domenica sera, Swan ha esortato il pubblico a continuare a mettere in pratica i passaggi essenziali per fermare la diffusione del virus.

Il ministro dovrebbe informare l’assemblea sulle misure prese per affrontare la variante lunedì dopo che un terzo caso della variante Omicron è stato scoperto nel Regno Unito.

L’Agenzia per la sicurezza sanitaria ha affermato che la persona che ha contratto il surrogato non si trova più nel Regno Unito, ma ha visitato Westminster a Londra.

Swan ha affermato che il “quadro emergente” sulla nuova variante è stato monitorato e che il Dipartimento della salute era in contatto con i colleghi della sanità pubblica in altre parti del Regno Unito e nella Repubblica d’Irlanda.

Ha detto: “Previa approvazione del Presidente, intendo aggiornare l’Assemblea lunedì in merito alle azioni intraprese in risposta all’emergere della variante Omicron.

“Ciò include l’aggiunta di un certo numero di paesi alla Lista Rossa dell’Irlanda del Nord per i viaggi internazionali. Utilizzando i dati di localizzazione dei passeggeri, l’Agenzia di sanità pubblica identifica e contatta le persone che sono arrivate di recente in Irlanda del Nord dai paesi della Lista Rossa”.

Alle persone identificate verrà chiesto di autoisolarsi e di sottoporsi a test PCR e, se vengono rilevati casi positivi, il campione verrà testato per determinare il tipo di variante.

Nella sua dichiarazione, Swan ha invitato le persone a farsi vaccinare nel tentativo di proteggersi da qualsiasi tipo di virus.

READ  Emmanuel Macron ha deriso per aver scambiato l'inglese perfetto con un ridicolo accento francese | Il mondo | notizia

“Ci sono preoccupazioni che l’alternativa Omicron possa ridurre l’efficacia degli attuali vaccini. Ciò non è stato confermato ed è importante sottolinearlo”, ha affermato.

“Inoltre, anche se questo dovesse essere il caso, rimane essenziale che il maggior numero possibile di persone riceva la prima e la seconda dose e i vaccini di richiamo quando ne hanno diritto.

“Mi è stato assicurato che i nostri vaccini devono fornire un livello di protezione contro l’Omicron”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *