Cinque redattori su come stanno cambiando le loro priorità di viaggio quest’anno

Negli ultimi 15 mesi, abbiamo tutti avuto le nostre esperienze epidemiologiche, ma una cosa è stata la stessa ovunque: i viaggi, almeno del tipo a cui siamo abituati, sono stati sospesi. Per gli editori di Condé Nast ViaggiatorePrivati ​​di questa passione comune, i sette uffici globali, a New York, Londra, Madrid, Milano, Dubai, Mumbai e Shanghai, hanno fornito un nuovo terreno comune. Come tante persone, abbiamo fatto del nostro meglio per portare ciò che amiamo di più dei viaggi cucinando, leggendo, guardando la TV, esplorando le nostre città e caricando sfondi Zoom che raffigurano dove vorremmo essere. Abbiamo anche riconsiderato ciò che desideravamo di più del viaggio e pensato ai modi in cui la pandemia ci ha fatto rivalutare le nostre priorità come viaggiatori.

Qui nell’estate del 2021, le condizioni rimangono notevolmente diverse ovunque il passeggero è pubblicato. Ma un ritorno a uno stile di viaggio più casual è molto vicino per tutti noi. Mentre prenotiamo voli, acquistiamo nuovi bagagli e pianifichiamo di incontrare le zie e gli zii che abbiamo visto solo attraverso gli schermi, vale la pena prendersi un momento per pensare a come siamo cambiati quest’anno come viaggiatori. I nostri redattori hanno fatto proprio questo, in videoconferenze periodiche negli ultimi mesi, e abbiamo pensato di condividere parte di quella conversazione qui. Pensa a queste lettere come a una finestra sui tuoi piani di viaggio futuri. Possano ispirare il tuo prossimo viaggio. —Editori globali per Condé Nast Viaggiatore

Tutti gli annunci presenti su Condé Nast Traveler sono selezionati in modo indipendente dai nostri redattori. Se prenoti qualcosa tramite i nostri link, potremmo guadagnare una commissione di affiliazione.

Il leggendario Bemelmans Bar al The Carlyle di Manhattan

Paul Kituriano

Non vedo l’ora di fare il check-in in un hotel

Dopo un anno nel mio appartamento a Milano con mio marito e due ragazzi, con il tempo passato a cucinare e pulire tra una riunione e l’altra di Zoom, non vedo l’ora di andare da qualche parte dove mi prenderò cura di lui. So che c’è una tendenza crescente ad affittare una casa durante le vacanze, ma preparare e organizzare i pasti in un’altra casa è l’ultima cosa che voglio in questo momento. Preferirei andare in un classico come The Carlyle a New York e chiedere a qualcun altro di prepararmi un drink forte al Bemelmans Bar, illuminato dall’atmosfera lunatica. Oppure visitare l’affascinante Hotel Amour a Parigi, dove ho bevuto champagne e ho dormito fino a tardi. Ma la mia prima priorità è tornare in Sicilia con la mia famiglia e vedere cosa c’è di nuovo Villa Asia A Palermo, uno dei palazzi storici dell’isola, che Rocco Forte ha trasformato in un hotel di lusso, il ristorante è guidato da Fulvio Pieranglini, uno dei migliori chef italiani di sempre. Sogno di alzarmi presto e guidare lungo la cima dell’isola per visitare il borgo marinaro di Scopello. Da un tuffo in una pasticceria dove la vecchietta si infila dietro il bancone ai tuoi figli cannoli, gratis, solo perché sono bellissimi bambini. Dirigetevi poi al Lido per un tuffo nel profondo blu del Mar Tirreno. —Maddalena Fossati, Italia

READ  La cantante e conduttrice televisiva Raffaella Cara muore a 78

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *