Christian Eriksen torna all’Inter per la prima volta dall’arresto cardiaco

Christian Eriksen è tornato al campo di allenamento dell’Inter per la prima volta da quando è stato colpito da un infarto durante la partita di apertura del Campionato Europeo 2020 in Danimarca con la Finlandia, prima dei test per vedere se può continuare la sua carriera calcistica con il club.

Eriksen è stato portato in un ospedale in Danimarca il 12 giugno dopo essere crollato sul campo all’inizio di quel giorno.

L’ex giocatore del Tottenham Hotspur ha trascorso una settimana in ospedale, dove ha subito un intervento chirurgico di successo per adattare un dispositivo per l’avviamento del cuore chiamato defibrillatore impiantabile o ICD.

Il 29enne Eriksen è tornato mercoledì mattina al centro di allenamento Sanning dell’Inter ad Appiano Gentile e il club italiano ha dichiarato di essere in “ottime condizioni fisiche”.

Il club ha dichiarato in un comunicato: “Eriksen, che ha accolto dirigenti, allenatori, compagni di squadra e tutto lo staff presente, sta bene e in ottime condizioni psicofisiche.

“Eriksen seguirà il programma di recupero proposto dai medici danesi a Copenaghen, che coordineranno tutti i follow-up clinici e terranno sempre informato lo staff medico dell’Inter”.

Dovrà sottoporsi a ulteriori esami in Italia e non dovrebbe tornare ad allenarsi prima di diversi mesi.

Il comitato tecnico scientifico italiano ha dichiarato il mese scorso che Eriksen avrebbe dovuto rimuovere il suo ICD prima di tornare in competizione con l’Inter.

La British Heart Foundation descrive un defibrillatore cardioverter impiantabile come un piccolo dispositivo posto sotto la pelle, collegato al cuore da “fili sottili” che “inviano impulsi elettrici per regolare il battito cardiaco anomalo”.

READ  Boston Red Sox hired Bianca Smith, the first black woman to train professional baseball

La carriera di Eriksen con l’Inter è in bilico perché i protocolli italiani impediscono alle persone di praticare sport che richiedono il contatto con tali impianti, a differenza di altri paesi europei.

“Non si può dare tutta la chiarezza a Christian Eriksen per giocare in Italia”, ha dichiarato il mese scorso Francesco Bracconaro, membro del comitato tecnico scientifico della FIGC.

“Se un giocatore toglie il defibrillatore, così da risolvere la patologia confermativa, può tornare a giocare nell’Inter”.

Eriksen è arrivato all’Inter dal Tottenham nel gennaio 2020 e ha collezionato 26 presenze in Serie A per aiutare l’Inter a vincere il titolo di Serie A.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *