Centinaia sono stati evacuati in Italia a causa dell’incendio

Più vicino a Campomarino, sulla costa adriatica, le squadre di emergenza italiane hanno ordinato a centinaia di residenti e turisti di lasciare le loro case.

Le autorità hanno evacuato domenica più di 400 persone dalle loro case, hotel e campi nel distretto costiero, secondo i vigili del fuoco.

Il servizio di emergenza ha condiviso un video sui social media che mostra un caffè in fiamme e spesse nuvole di fumo per le strade. Le foto mostravano le case delle persone in fiamme.

Nelle operazioni antincendio sono coinvolti aerei ed elicotteri dei vigili del fuoco.

Secondo i vigili del fuoco non si registrano vittime.

Gli incendi infuriano da giorni nel sud Italia e nelle isole maggiori della Sicilia e della Sardegna.

L’incendio si è propagato rapidamente a causa del caldo, della siccità e del vento. Si sospetta che molti di quelli coinvolti nell’incendio abbiano avuto un incidente d’incendio.

Nel frattempo, il paese si sta preparando per un’ondata di caldo nei prossimi giorni, che potrebbe aumentare ulteriormente il rischio di incendi mentre le squadre di emergenza hanno combattuto l’incendio in tutto il sud.

“Dobbiamo fare molta attenzione alle temperature che ci aspettano nei prossimi giorni”, ha detto domenica Fabrizio Curcio, capo della Protezione civile. È molto importante evitare qualsiasi comportamento che potrebbe causare un incendio e segnalare tempestivamente anche se l’incendio è di piccole dimensioni, ha detto Curcio al pubblico.

Ha descritto gli sforzi per controllare diversi incendi in tutto il sud come “impegnativi” e “drammatici”.

In Sicilia e in Sardegna, le temperature saliranno a 45 gradi martedì e mercoledì, ha affermato la società.

Sulla terraferma, i vigili del fuoco hanno combattuto gli incendi nel sud della Calabria e in Puglia.

READ  Gli ultimi consigli di viaggio in Italia per questa vacanza estiva

L’Agenzia della Protezione Civile ha inviato domenica rinforzi in Calabria, consentendo all’agenzia di inviare unità e volontari su ordine del presidente del Consiglio Mario Draghi.

Le autorità delle regioni Lazio, Campania, Molise, Umbria, Abruzzo e Basilicotta hanno chiesto un ulteriore supporto antincendio.

Domenica scorsa, l’agenzia di stampa Ansa ha riferito di nuovi incendi nei pressi del comune di San Mauro Castelverde, in provincia di Palermo.

I vigili del fuoco hanno cercato di contenere un incendio nei pressi della città cecena vicino alla costa adriatica.

L’Associazione Agricola Goldiretti ha messo in guardia sui danni all’agricoltura, soprattutto dalla siccità al sud.

Goldretty sospetta gli effetti del cambiamento climatico sullo sfondo degli eventi meteorologici.

Riserve naturali come il Parco Nazionale dell’Aspramonde in Calabria, nel sud Italia, e il Barco del Madonne, a est del capoluogo siciliano Palermo, hanno subito danni incalcolabili.

L’Ansa ha detto che i mezzi dei vigili del fuoco sono stati usati domenica per combattere gli incendi nella Riserva Naturale di Madonna.

I vigili del fuoco hanno detto venerdì che un uomo e una donna sono morti in un incendio nella loro fattoria vicino alla cittadina di San Lorenzo, ai margini del Parco Nazionale di Aspramont.

Migliaia di ettari di boschi, pascoli, bestiame e uliveti sono già stati bruciati. La mancanza di pioggia e la siccità favoriscono la diffusione degli incendi e le azioni dei vigili del fuoco.

Domenica sera, i vigili del fuoco hanno dichiarato di aver domato 12 incendi.

Hanno registrato 44.500 isole selvagge dal 15 giugno, secondo i dati ufficiali.

Nel frattempo, nel nord Italia, crescono i timori che forti piogge possano portare a inondazioni e smottamenti.

READ  Londra si unisce alla prigione aerea internazionale ex-italiana irlandese con il loro personale di addestramento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *