Carlo Ancelotti: l’allenatore dell’Everton vuole restare con Toveez ‘il più a lungo possibile’

Carlo Ancelotti è stato nominato allenatore dell’Everton nel dicembre 2019, succedendo a Marco Silva

L’allenatore dell’Everton Carlo Ancelotti ha detto che vuole rimanere al comando del club quando si trasferirà nel suo nuovo stadio al Bramley Moore Dock nel 2024.

Il 61enne calciatore italiano ha 14 mesi con un contratto di quattro anni e mezzo che scade a giugno 2024.

Il campo di casa di 52.888 dell’Everton dovrebbe essere completato in tempo per la stagione 2024-25, Dopo che i consiglieri comunali hanno approvato i piani questa settimana.

“Mi piacerebbe restare il più a lungo possibile”, ha detto Ancelotti.

“Mi piacerebbe essere presente all’apertura del nuovo stadio. Sarebbe un buon risultato per me ovviamente.

“Penso che la risoluzione del contratto nel 2024 abbia fatto un buon lavoro e quando avrò fatto un buon lavoro il contratto non verrà interrotto nel 2024 e continuerà”.

Ancelotti, allenatore del Chelsea vincitore di Premier League e FA Cup, che ha vinto due volte la Champions League come allenatore del Milan e ha anche vinto il più grande premio nel calcio europeo come allenatore del Real Madrid, ha portato la sua squadra a quasi cinque punti dal primi quattro in Premier League.

Sabato nel derby del Merseyside 2-0 sul Liverpool, Per la prima volta ad Anfield dal 1999, Toveez al settimo posto è passato agli stessi punti dei campioni della Premier League.

L’italiano ha affermato che i fan hanno mostrato il loro apprezzamento nonostante le restrizioni del coronavirus che limitano l’interazione con i fan.

Disse: “Non mi parlano, lo hanno fatto (indicando il pollice in alto). Purtroppo non abbiamo la possibilità di parlare con le persone”.

“Sono uscito di casa solo una volta per andare in bicicletta, ma sto andando così veloce che è difficile per loro prendermi”.

Informazioni sul banner BBC iPlayerInformazioni sul piè di pagina di BBC iPlayer

READ  Il giorno in cui Welles è stato definito "debole" in Italia come una sconfitta storica, e il sorriso di Colin Sharvis ha causato il caos.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *