Calcio: il campione italiano Ciro Ci

ROMA: L’attaccante italiano Ciro Immobile ha spesso faticato a replicare il suo stile di gol con la Lazio sulla scena internazionale, ma se lo fa, gli italiani determinati hanno tutte le possibilità di successo a Euro 2020.

Gli azzurri hanno fatto molta strada dall’umiliante mancata qualificazione ai Mondiali 2018. L’Italia è imbattuta da 25 partite, la seconda striscia più lunga.

La loro difesa molto migliorata, che ricorda le solide retrovie del vecchio Catenaccio, è tra le principali ragioni di ciò. La squadra di Roberto Mancini ha subito appena sei gol in 16 partite tra le qualificazioni a Euro 2020 e Nations League.

Ma se vogliono vincere l’Europeo per la seconda volta quest’anno, avranno bisogno di gol per conquistare la gloria. Sulla carta, c’è un solo uomo per questo lavoro.

Il gol di Immobile contro il Parma del 12 maggio ha portato la Lazio a segnare 150 reti in tutte le competizioni e almeno 20 reti in campionato sono state segnate in quattro delle ultime cinque stagioni.

Dall’esordio di Immobile nella Lazio, solo Robert Lewandowski, Lionel Messi, Cristiano Ronaldo, Harry Kane e Kylian Mbappe hanno segnato più gol tra i primi cinque giocatori dei campionati europei.

Per il suo paese, mentre il record di Immobile è di tutto rispetto, la coerenza è sempre stata un problema.

Immobile, capocannoniere italiano con sei gol nelle qualificazioni ai Mondiali 2018, non è riuscito a segnare in nessuna delle due partite in cui hanno sconfitto la Svezia, rendendolo uno dei capri espiatori per mettere in imbarazzo la nazione.

Il fatto che sia andato in un lungo periodo di siccità nel punteggio internazionale non ha aiutato. Il suo totale di 12 gol di 45 giocatori internazionali non corrisponde al suo record nazionale.

READ  SailGP annuncia una copertura radio completa per la sua seconda stagione

In vista dell’Euro 2020 posticipato di quest’anno, Immobile è riuscito a togliersi di dosso una scimmia segnando un gol contro l’Irlanda del Nord nella vittoria per 2-0 dell’Italia nelle qualificazioni ai Mondiali a marzo.

“Mi sentivo pesante perché non segnavo su azione da un anno e mezzo con l’Italia”, ha detto Immobile a RAI Sport. “Ho rinunciato a tutto dopo essere entrato nella terza possibilità.

“Avere una competizione per i posti ti rende più determinato a trovare la rete.”

Quella competizione arriva sotto forma di Andrea Belotti, ma mentre la stagione volgeva al termine, i gol dell’attaccante del Torino si sono asciugati, con un gol nelle ultime sei partite. Impassibile, segno di coerenza locale, ne ha aggiunti quattro alla volta.

Resta da vedere se Immobile riuscirà a tradurre la forma del club in gol per l’Italia, ma se lo farà potrebbe essere una vera forza. – Reuters

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *