Britt Chandy diventa la prima donna di colore a sciare da sola in Antartide | Antartide

Preet Chandi, che si crede sia stata la prima donna di colore a completare una traversata in solitaria AntartideHa terminato la sua spedizione in Antartide circa una settimana prima del previsto.

Chandy, o “Polar Preet”, ha resistito a temperature di -50 gradi Celsius mentre ha viaggiato per 700 miglia attraverso l’Antartide in 40 giorni, sette ore e tre minuti, mancando di poco il nuovo record mondiale di una donna in volo.

Ha concluso la gara in ritardo rispetto al tempo stabilito dalla svedese Joanna Davidson, che ha terminato in 38 giorni, 23 ore e cinque minuti nel 2016.

Chandy, 32 anni, è ora la terza pattinatrice solista più veloce della spedizione dietro a Davidson e alla britannica Hannah Mackind, che nel 2006 ha segnato un tempo di 39 giorni, nove ore e 33 minuti.

È anche la prima persona a raggiungere il Polo Sud a piedi in due anni.

Chandy, un fisioterapista dell’esercito britannico che vive a il mio derbyArrivare qui, ha detto, è stato surreale: “Sono arrivata in Antartide dove nevica. Provo molte emozioni ora. Non sapevo nulla del mondo polare tre anni fa, ed è stato molto surreale essere finalmente qui. È stato arrivare qui È difficile e vorrei ringraziare tutti per il loro supporto.

“Questo viaggio è sempre stato molto di più per me. Voglio incoraggiare le persone a superare i propri limiti e a credere in se stesse, e voglio che tu sia in grado di farlo senza essere etichettato come un ribelle.

“Non importa dove ti trovi o dove sia la linea di partenza, tutti iniziano da qualche parte.”

Oltre alle temperature gelide, Chandi trasporta venti fino a 60 mph e si difende mentre tira una slitta da 90 chilogrammi attraverso Sastrogi, creste parallele simili a onde su neve dura generata dal vento.

READ  La navicella spaziale cinese su Marte si muove attraverso il pianeta una settimana dopo essere atterrata su Marte

Soffriva anche di stanchezza verso la fine del viaggio, oltre a tosse cronica e malattie.

Partì il 24 novembre da Hercules Inlet e mirava a completare il suo viaggio in 45 giorni, portando razioni sufficienti per 48 giorni. Alla fine, ha terminato la gara cinque giorni prima del previsto, coprendo la distanza media giornaliera di circa 17 miglia.

Ha trascorso anni ad allenarsi per il volo, avendo precedentemente completato una spedizione in motoslitta di 27 giorni in Groenlandia e partecipato a un’ultramaratona, inclusa l’estenuante maratona di sabbia nel deserto.

Chandy ha detto che spera che il suo viaggio ispiri i giovani, le donne e le minoranze etniche. Parlando con il Guardian durante il suo addestramento di voloHa detto che la gente non si aspettava che una donna asiatica tentasse un simile sforzo.

“Sono una donna asiatica. Non sono l’immagine che la gente si aspetta di vedere lì”, ha detto. “La gente dice che la vita all’aria aperta è per tutti e sì, lo è. Ma se appartieni a una comunità a cui non partecipi affatto, o non vedi nessuno che ti assomiglia, può essere davvero difficile”.

Dopo aver completato il viaggio, ha in programma di creare una borsa di studio per l’avventura per aiutare più donne a finanziare escursioni in un’arena prevalentemente maschile.

“Mi è stato detto ‘no’ in molte occasioni e di ‘fare solo la cosa naturale’, ma noi creiamo la nostra natura”, ha detto. “Sei capace di tutto quello che vuoi.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *