Biden insiste con Putin sui pacchetti ransomware “Ci aspettiamo che agiscano” | politica estera degli Stati Uniti

Joe Biden ha aumentato la pressione su di lui Il presidente russo Vladimir Putin Per muoversi contro i gruppi ransomware che operano dalla Russia, avvertendo che gli Stati Uniti sono pronti a vendicarsi se le operazioni di hacking non vengono fermate.

I due leader hanno tenuto una telefonata di un’ora venerdì, la prima da allora Discutere degli attacchi ransomware al Summit A Ginevra il 16 giugno. Il messaggio di Biden a Putin era direttamente sulla chiamata, indicando una crescente impazienza per gli attacchi che hanno sconvolto i settori chiave degli Stati Uniti.

“Gli ho detto molto chiaramente che gli Stati Uniti si aspettano che, quando un’operazione di riscatto arriva dal suo territorio anche se non è sponsorizzata dallo stato, ci aspettiamo che agiscano se diamo loro abbastanza informazioni per capire chi è, “Biden ha detto ai giornalisti.

Ha detto che i due governi hanno ora istituito un mezzo per comunicare su base regolare “quando ciascuno di noi crede che qualcosa stia accadendo in un altro paese e che stia influenzando il nostro”.

“E così è andata bene, sono ottimista.

Gli Stati Uniti non hanno indicato come intendono rispondere agli attacchi pop-up الات RussiaMa Biden ha accennato a ritorsioni digitali se la cooperazione russa non è imminente.

Alla domanda di un giornalista di Reuters se avesse senso attaccare i server russi utilizzati in tali hack, Biden si è fermato, ha sorriso e ha detto: “Sì”.

Biden ha detto ai giornalisti che ci sarebbero state conseguenze per l’inazione della Russia, ma non ha approfondito. Un incontro congiunto è stato programmato per il 16 luglio, ha detto, aggiungendo: “Penso che otterremo una cooperazione”.

un anziano Amministrazione Biden Un funzionario ha detto che una risposta potrebbe arrivare presto. “Non abbiamo intenzione di telegrafare esattamente quali saranno queste azioni – alcune saranno chiare e visibili, altre no – ma ci aspettiamo che accadano, sai, nei prossimi giorni e settimane”, ha detto il funzionario ai giornalisti.

Il ransomware è un ceppo di malware che gli hacker utilizzano per tenere in ostaggio i dati in cambio di un pagamento. I criminali informatici lo hanno utilizzato per paralizzare migliaia di organizzazioni e aziende statunitensi in tutto il mondo, provocando una serie di crisi sempre più di alto profilo.

Funzionari statunitensi e ricercatori sulla sicurezza informatica affermano che molte bande che effettuano attacchi ransomware operano al di fuori della Russia con la conoscenza, se non il consenso, del governo locale.

Il segretario stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha dichiarato venerdì che gli Stati Uniti non hanno nuove informazioni che indichino che il governo russo ha diretto L’attacco ransomware della scorsa settimana alla società IT Kaseya in Florida dal prolifico sindacato del crimine informatico REvil, ma ha affermato che Mosca ha la responsabilità di agire contro questi gruppi che operano in Russia.

Mosca e Washington non erano d’accordo sul fatto che gli Stati Uniti avessero formalmente cercato l’aiuto russo per frenare gli attacchi ransomware.

Una dichiarazione del Cremlino ha affermato che Putin ha dichiarato a Biden che la Russia “non ha ricevuto alcuna richiesta dalle amministrazioni statunitensi competenti nell’ultimo mese nonostante la disponibilità della parte russa a fermare congiuntamente il crimine nella sfera dell’informazione”.

L’alto funzionario dell’amministrazione Biden ha contestato questa affermazione, dicendo ai giornalisti in una teleconferenza che gli Stati Uniti avevano fatto più richieste alla Russia attraverso i normali canali diplomatici.

Il crimine informatico ha rovinato le relazioni tra Stati Uniti e Russia dagli anni ’90, quando gli esperti informatici statunitensi hanno iniziato a lamentarsi delle e-mail di spam dalla Russia. Ma il potere dirompente del ransomware ha portato il problema a un nuovo livello.

A maggio, i criminali informatici presumibilmente operanti dalla Russia hanno bloccato le operazioni Assemblaggio di trasferimento di carburante critico per la pipeline della coloniaCiò ha portato a una carenza di benzina, all’aumento dei prezzi e all’acquisto di panico sulla costa orientale degli Stati Uniti.

Il mese successivo, un altro gruppo associato alla Russia, REvil, successo di JBS MeatpackingInterrompere brevemente la filiera alimentare. La scorsa settimana, lo stesso gruppo ha rivendicato la responsabilità di un’epidemia di ransomware di massa nella regione di Cassia.

READ  Un'auto fuma nel momento in cui sorvola il ponte e si schianta sull'autostrada proprio davanti al camion

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *