Biden dice che “abbiamo ancora molta strada da fare” dopo lo scoraggiante rapporto sul lavoro – Live | Notizie dagli Stati Uniti

The Guardian Agency and Staff Report:

Un gran giurì federale ha incriminato quattro ex agenti di polizia di Minneapolis implicati in esso. George FloydL’arresto e l’omicidio dell’uomo di colore e le due accuse di violazione dei diritti costituzionali dell’uomo di colore mentre era incatenato sul marciapiede, a faccia in giù e senza fiato, secondo le accuse rivelate venerdì.

Un atto d’accusa composto da tre capi d’accusa sui nomi delle accuse di diritti civili Derek Chauvin, Thomas Lane, J. King E il Tu thao.

Chauvin, che è bianco, è stato condannato il mese scorso per aver ucciso Floyd dopo essersi inginocchiato sul collo per più di nove minuti durante il suo arresto e non è riuscito a fornire il primo soccorso all’uomo di colore di 46 anni che aveva dichiarato di non essere in grado di farlo. fare così. Respirare, dopo essere svenuto.

Gli altri tre ex ufficiali dovrebbero essere processati questo agosto, separatamente, per favoreggiamento e favoreggiamento nell’omicidio di Floyd da parte dello stato del Minnesota.

Tutti e quattro sono stati uccisi dal dipartimento di polizia di Minneapolis poco dopo la morte di Floyd. Lo hanno arrestato con l’accusa di aver usato una banconota falsa da $ 20 in un negozio, il che sarebbe stato un reato minore.

Nel caso federale parallelo, in particolare, apparso venerdì, Chauvin, Tao e Koenig sono stati tutti accusati di violare il diritto di Floyd di essere libero da appropriazioni irragionevoli e dalla forza eccessiva.

Tutti e quattro gli ufficiali sono accusati di non aver fornito cure mediche a Floyd. Chauvin è stato anche accusato di un secondo atto d’accusa, derivante dall’arresto e dal sequestro di un ragazzo di 14 anni nel 2017.

READ  L'umiliazione di Donald Trump: precedente esposizione al caso brutale del discorso di Maralago - "Beyond Pathetic" | Il mondo | notizia

Lynn, Thao e Koing sono apparsi in video in un tribunale distrettuale degli Stati Uniti a Minneapolis. Sono stati autorizzati a rimanere liberi dopo essere apparsi alla corte federale venerdì.

Chauvin non era in tribunale venerdì. È in carcere in attesa di un verdetto il mese prossimo su tre imputazioni ufficiali per le quali è stato condannato per aver commesso il più grave omicidio di secondo grado, che prevede una pena fino a 40 anni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *