Biden avverte che i bambini LGBTQ+ potrebbero essere il prossimo obiettivo del “pubblico Maga” repubblicano | diritti dei gay

Joe Biden ha avvertito di nuovi attacchi ai diritti civili mentre la Corte Suprema si prepara a revocare il diritto all’aborto, dicendo ai giornalisti alla Casa Bianca che i bambini LGBTI potrebbero essere i prossimi bersagli di un partito repubblicano dominato da Trump che ha chiamato “questa folla di Maga” e “l’organizzazione politica più potente”. Un estremo… nella storia americana moderna”.

“Cosa succede”, ha chiesto il presidente, se “lo stato cambia la legge dicendo che i bambini LGBT non possono stare in classe con altri bambini? È legittimo visto che la decisione è scritta?”

I commenti di Biden, al termine di una breve udienza sulla riduzione del disavanzo, si riferivano a una bozza trapelata della sentenza del giudice Samuel Alito. Alito è stato uno dei sei conservatori della Corte Suprema, che ha scritto nel caso Mississippi con l’obiettivo di ribaltare la sentenza del 1973 in Roe v. Wade che garantisce il diritto all’aborto e Casey v. Planned Parenthood del 1992, che ha sostenuto.

Il caso Mississippi dovrebbe essere risolto a giugno. Il progetto di sentenza è trapelato POLITICOche ha riferito che altri quattro governatori delle Nove Corti di giustizia l’hanno approvato, ha causato una tempesta di polemiche e indignazione.

In una dichiarazione e dichiarazioni di martedì, Biden ha condannato il ragionamento e le intenzioni di Alito e ha chiesto una legislazione per codificare Rowe in legge.

Ma il presidente è stato criticato all’interno del suo stesso partito per essere apparso riluttante a prendere in considerazione la riforma della legislazione che richiederebbe al Senato l’abolizione della regola che richiede 60 voti per l’approvazione della maggior parte dei progetti di legge.

Cattolico da tutta la vita, che sostiene tuttavia il diritto di scelta delle donne, Biden è stata ignorata come una voce forte contro l’attacco al diritto all’aborto da parte di importanti donne democratiche tra cui la senatrice del Massachusetts Elizabeth Warren, che martedì ha parlato con rabbia fuori dal tribunale, e il vicepresidente Kamala Harris.

La lotta di Harris come vicepresidente è stata ampiamente riportata, ma martedì sera, mentre parlava con Emily’s Group List a Washington, Sembra che abbia fatto il suo passo.

Ex procuratore generale e senatore della California Lei disse: “Questi leader repubblicani che stanno cercando di armare l’uso della legge contro le donne. Ebbene, noi diciamo: ‘Come osano?”

Come osano dire a una donna cosa può e non può fare con il suo corpo? Come osano? Come osano cercare di impedirle di determinare il suo futuro? Come osano provare a privare le donne dei loro diritti e libertà? “

Ha chiesto: quale partito vuole espandere i nostri diritti? Quale partito vuole limitarli? Non è mai stato più chiaro. Quale partito vuole portarci avanti? E quale festa ci vuole riportare? Sai, alcuni leader repubblicani vogliono riportarci indietro nel tempo prima di Roe v. Wade”.

Mercoledì alla Casa Bianca, Biden ha risposto a brevi domande. Gli è stato chiesto delle sanzioni imposte alla Russia per l’invasione dell’Ucraina e del “prossimo passo verso l’aborto una volta risolta la questione”.

“Come ho detto quando sono stato colpito, quando ero sull’aereo per scendere in Alabama, è stato molto più di un aborto spontaneo”, ha detto. “Non ho letto l’intero parere in quel momento.”

Il 79enne ha poi dato una risposta lunga e un po’ distratta alla “discussione con Robert Burke”. Burke è stato nominato alla Corte Suprema da Ronald Reagan nel 1987. Biden era allora presidente della commissione giudiziaria del Senato. Filtrazione fallita.

Alla Casa Bianca, Biden ha detto che Burke “crede che l’unico motivo per cui hai dei diritti intrinseci sia perché il governo te li ha dati”, una posizione con cui Biden ha detto di non essere d’accordo.

Biden ha anche detto che Burke si è opposto Griswold vs Connecticutil caso del 1965 che ha stabilito il diritto alla contraccezione, un diritto che molti a sinistra temevano Aperto all’attacco di destra Una volta, il caso di Roe, un altro problema di privacy, è stato annullato.

Nel suo discorso di ieri sera, Harris ha affermato: “In sostanza, Roe riconosce il diritto fondamentale alla privacy. Pensaci per un minuto. Quando il diritto alla privacy viene aggredito, chiunque nel nostro paese potrebbe trovarsi di fronte a un futuro in cui il governo può interferire le loro decisioni personali. Non solo le donne… chiunque.”

Il vicepresidente ha anche detto: “Combattiamo per il nostro Paese e per i principi su cui è stato fondato, e combattiamo con tutto ciò che abbiamo”.

READ  Italy takes action against TikTok after the girl's death

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *