Bannon perde la sua offerta per avviare un’accademia di destra in Italia

Inserito da Philip Bella | Reuters

ROMA – Steve Bannon, ex consigliere del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, ha perso una battaglia legale per fondare un’accademia politica cattolica di destra in un monastero in Italia.

Lunedì il Consiglio di Stato si è pronunciato contro l’Istituto Dignitatis Humanae (DHI), sostenuto da Bannon, che voleva avviare la scuola in un monastero di 800 anni a sud di Roma.

Il caso è da anni nel sistema giudiziario italiano, con reclami e domande riconvenzionali tra DHI da un lato e il Ministero della Cultura che possiede la proprietà, e una miriade di organizzazioni ambientali e civili locali dall’altro.

Bannon, un cattolico, stava aiutando a formulare un curriculum per corsi di leadership rivolti agli attivisti cattolici di destra in quella che sarebbe diventata un’accademia per il cristiano giudeo occidentale nella città di Trisulti.

Molti residenti si sono opposti alla scuola e nel 2019 il ministero ha ritirato un contratto di locazione di 19 anni, citando la violazione degli obblighi contrattuali. L’istituto ha fatto appello al tribunale regionale, dicendo che la mossa era politicamente motivata e ha vinto un appello lo scorso anno.

Il fondatore dell’istituto, Benjamin Harnwell, ha confermato la decisione di lunedì contro DHI in una telefonata a Reuters, ma ha detto di non avere altri commenti immediati. Ha detto che gli avvocati stanno ancora studiando la sentenza.

Durante l’amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, il progetto dell’istituto ha trovato sostegno tra i politici populisti di destra in Italia, come l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini.

Nel corso degli anni il progetto ha perso il sostegno dei maggiori conservatori cattolici romani, tra cui il cardinale americano Raymond Burke, che aveva fortemente sostenuto Bannon per anni ed era il presidente onorario dell’istituto.

READ  Bethenny Frankel e il fidanzato Paul Bernon in vacanza in Italia

Burke ha ottenuto il suo sostegno dopo che Bannon ha detto che voleva fare un film da un libro che rivendicava l’omosessualità in Vaticano.

Giorni prima di lasciare l’incarico a gennaio, Trump ha concesso la grazia a Bannon, che è stato un consigliere chiave nelle elezioni presidenziali di Trump del 2016.

Bannon è stato accusato lo scorso anno di aver frodato i sostenitori del presidente per un tentativo di raccogliere fondi dal settore privato per costruire il muro del presidente al confine tra Stati Uniti e Messico. Si è dichiarato non colpevole.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *