Atletica – ‘Possiamo avere due ori?’ – Parshim del Qatar condivide la vittoria dell’Italia nel salto in alto a Tampere

TOKYO, 1 ago (Xinhua) – Il Qatar Mudas Essa Parshim ha vinto domenica l’oro olimpico maschile nel salto in alto maschile a Tokyo, ma i due hanno dovuto dividere la medaglia con l’italiano Gianmarco Tampere a 2,37 metri.

Parsim, 30 e Tampery, 29 anni, non sono riusciti a segnare finché non hanno cercato di segnare 2,39.

Dopo tre sconfitte ciascuna in 2,39, hanno finito di costruire e hanno iniziato una conversazione con un funzionario olimpico, che prima ha dato loro un “salto” per decidere la questione.

“Possiamo avere due ori?”, gli chiese Parshim.

L’ufficiale annuì, ei due atleti si tenevano per mano e inzuppati di gioia.

Anche il bielorusso Maxim Nedaseka ha segnato 2,37, ma ha avuto più tentativi falliti e di conseguenza ha vinto la medaglia di bronzo.

Parshim ha vinto il bronzo ai Giochi di Londra 2012, che sono stati successivamente elevati all’argento. Ha vinto un altro argento a Rio de Janeiro quattro anni dopo, poi ha vinto due titoli mondiali nel 2017 e nel 2019.

Il suo record personale di 2,43 m è stato il secondo salto più alto di tutti i tempi, stabilendo il record mondiale di Javier Sodommeyer di 2,45 nel 1993.

Il sudcoreano Woo Chang-hyok e l’australiano Brandon Stark, fratello minore del giocatore di cricket Mitchell, sono arrivati ​​rispettivamente quarto e quinto.

Relazione di Sudipto Ganguly; Montaggio di Hugh Lawson

I nostri standard: Politiche della Fondazione Thomson Reuters.

READ  Più di 3.000 persone sono state arrestate per proteste in Russia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *