“Ammiro l’esempio dato da Roger Federer”, dice il giocatore dell’ATP

La prossima settimana, Carlos Alcaraz continuerà a vivere nuove esperienze nella sua vita per tutta questa stagione. Farà ora il suo debutto nel tabellone principale di un ATP Indoor Championships: all’Erste Bank Open, l’ultimo ATP 500 Championship del 2021 si svolgerà a Vienna, in Austria.

E non solo per questo sarà speciale per gli spagnoli fin dall’inizio. Al primo turno, giocherà la sua 40esima partita importante dell’ATP Tour (record 23-16), quando in questa fase l’anno scorso ha giocato solo due volte.

Il suo avversario per l’altra rete sarà l’esperto Daniel Evans, numero 23 del ranking FedEx ATP con il quale non ha precedenti. Il diciottenne di Murcia attende con impazienza la sua prima vittoria dagli US Open, avendo debuttato in un quarto di finale del Grande Slam.

E se lo ottiene, potrebbe nel secondo turno di Vienna cercare vendetta su Andy Murray, suo carnefice pochi giorni prima al BNP Paribas Open di Indian Wells. Ovviamente gli inglesi devono vincere la loro prima partita, che sarà contro il polacco Hubert Hurkacz, quinta testa di serie del torneo.

Quest’ultima sarà una delle partite di primo turno più attraenti di Vienna. Tra questi l’altro che affronterà l’argentino Diego Schwartzman, ottava testa di serie in campionato, e l’italiano Fabio Fognini. Il record tra i due è di 1-1, ma il 29enne di Buenos Aires ha fatto l’ultimo passaggio, precisamente a Vienna (2017).

L’elenco delle prime imperdibili comprende anche il duello tra lo spagnolo Pablo Carreno Busta e il georgiano Nikoloz Basilashvili, recentemente arrivato in finale a Indian Wells e che conduce la storia tra i due per 1-0.

READ  Club professionistico europeo di rugby | Zebri Bath si incontra per la prima volta negli ottavi di finale

Roger Federer, 20 volte campione del Grande Slam, è considerato una delle icone sportive più iconiche del mondo. Tuttavia, questo non è qualcosa che lo renderebbe il candidato perfetto per Matteo Berrettini per un portavoce del tennis.

Invece, sono i suoi contributi fuori campo allo sport che impressionano di più gli italiani.

Berrettini elogia Federer

Il maestro svizzero Roger Federer è stato il volto del tennis per quasi due decenni. Indubbiamente, il suo carisma in campo e la sua personalità calorosa e amichevole fuori dal campo hanno portato lo sport a nuove vette.

Ecco perché l’italiano Matteo Berrettini crede di essere il miglior ambasciatore sportivo tra i giocatori attivi. Quindi, alla domanda su chi sia il miglior ambasciatore per lo sport, Berrettini ha risposto naturalmente al nome del suo idolo d’infanzia.

È quello che ha detto. Presente. “Sono impressionato dall’esempio che ha dato e dal tempo che dedica allo sport fuori dal campo e lontano dalle telecamere – ha detto Berrettini a John Russo di Geo. Sento che capisce di avere il potenziale per avere molto maggiore impatto sul mondo in generale.

Che sia attraverso il suo lavoro di beneficenza o che sia seduto nell’ATP Players Council per molti anni, usa lo sport e la sua popolarità per avere un impatto positivo su quante più vite possibili”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *