Alpla: il nuovo sistema di estrusione di Anagni per 15.000 tonnellate di rPET all’anno

Anagni, nel centro Italia, ospita uno dei più importanti stabilimenti per la produzione di materie plastiche del Gruppo ALPLA. L’impianto, che attualmente conta 91 dipendenti, processa circa 50.000 tonnellate di polietilentereftalato all’anno, di cui ad oggi una piccolissima percentuale viene riciclata. Ma in futuro, una parte significativa del volume richiesto sarà d’ora in poi fornita sotto forma di materiali riciclati, dando ai clienti la possibilità di avere forme prefabbricate realizzate in parte o addirittura interamente in rPET.

A tal fine, ALPLA sta installando un sistema di estrusione per 15.000 tonnellate di rPET all’anno nel suo posto di lavoro esistente. L’investimento per la realizzazione dell’edificio richiesto e per l’impianto è di oltre cinque milioni di euro. Si prevede che entrerà in funzione nella seconda metà del 2021. Verranno creati dieci nuovi posti di lavoro.

Sfruttare le sinergie

“Acquisteremo fiocchi di PET realizzati con imballaggi di seconda mano riciclati localmente, li trasformeremo in rPET per alimenti e quindi li utilizzeremo in loco per gli assortimenti”, afferma Fabio Mazzarella, direttore dello stabilimento di Anagni. Secondo Mazarella, la produzione di materiali riciclati nelle operazioni di lavorazione crea interessanti sinergie nella logistica, nello stoccaggio e forse anche nell’energia.

Promuovere un’economia circolare

George Lesser, capo della divisione di riciclaggio aziendale di ALPLA, considera investire nell’Italia centrale una decisione strategica ponderata. Vogliamo promuovere il ciclo da bottiglia a bottiglia ed evitare il riciclaggio verso il basso. Inoltre, vogliamo promuovere soluzioni di riciclaggio locali in un’area che non dispone ancora dell’infrastruttura necessaria per un anello di bottiglie “, spiega un esperto di riciclaggio. La domanda di materiali riciclati può essere attualmente gestita bene. Ma con questa misura, garantiamo che possiamo fornire un supporto ottimale ai nostri clienti raggiungendo nuove specifiche e obiettivi anche a lungo termine e che possiamo offrire materiali riciclati di alta qualità.

READ  L'estrema destra in Italia ha davvero cambiato tono?

Alpla è un produttore globale di sistemi di confezionamento, bottiglie, serrature e parti stampate a iniezione per un’ampia gamma di settori. L’azienda austriaca a conduzione familiare opera in 45 paesi in quattro continenti e impiega 21.600 persone in tutto il mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *