Almeno una persona è rimasta uccisa e diverse altre ferite in uno scontro a fuoco all’aeroporto di Kabul

Le forze armate tedesche hanno affermato che lunedì mattina è scoppiato uno scontro a fuoco tra uomini armati non identificati, forze di sicurezza occidentali e guardie afgane al cancello settentrionale dell’aeroporto di Kabul, mentre migliaia di afgani e stranieri si sono affollati all’aeroporto, cercando di fuggire dal dominio dei talebani.

L’esercito tedesco ha detto su Twitter che una guardia afgana è stata uccisa e altre tre sono rimaste ferite nella battaglia, che ha coinvolto anche forze statunitensi e tedesche, senza specificare se l’afghano morto fosse un combattente talebano schierato a guardia dell’aeroporto.

L’esercito tedesco ha detto che non ci sono state vittime tra i soldati tedeschi.

Non sono pervenute ulteriori informazioni e non si sapeva chi fossero gli aggressori. I talebani, che gestiscono il perimetro esterno dell’aeroporto di Kabul, non hanno ancora aperto il fuoco sulla Nato o sulle forze afghane all’interno.

L’aeroporto ha visto il caos da quando i talebani hanno preso il controllo della capitale afgana il 15 agosto, mentre le forze statunitensi e internazionali stanno cercando di evacuare cittadini vulnerabili e afghani.

Domenica, i combattenti talebani hanno sconfitto la folla all’aeroporto, il giorno dopo che sette afgani sono stati uccisi in una ressa ai cancelli mentre si avvicinava la scadenza per il ritiro delle forze straniere.

Quest’ultima morte arriva mentre il Regno Unito ha segretamente premuto per giorni gli Stati Uniti per considerare di ritardare il ritiro dall’Afghanistan per alleviare la gravità della situazione. pressione sull’aeroporto di KabulDove migliaia di afgani sono ancora radunati per cercare di scappare dai talebani.

Martedì, Boris Johnson sarà personalmente Chiedi a Joe Biden di ritardare il ritiro delle forze americane.

READ  Spargi la parola "traditore" sulla casa dell'avvocato per l'impeachment di Trump

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *