Alexander Zverev dà il via alla campagna degli US Open in grande stile sconfiggendo Sam Querrey – The New Indian Express

di Ian

NEW YORK: la quarta testa di serie tedesca Alexander Zverev ha esteso la sua serie di vittorie a 12 partite, superando l’americano Sam Querrey 6-4 7-5 6-2 per raggiungere il secondo turno degli US Open qui.

Il tedesco è stato dominante nelle ultime settimane, sconfiggendo il numero uno del mondo Novak Djokovic nel suo cammino verso la medaglia d’oro alle Olimpiadi di Tokyo, prima di vincere il suo quinto titolo ATP Masters 1000 a Cincinnati all’inizio di questo mese.

“È fantastico essere tornati”, ha detto Zverev in un’intervista con atptour.com martedì sera. “Ricordo ancora la finale dell’anno scorso. Ricordo ancora la partita di quattro ore che ho perso, sfortunatamente. È bello tornare all’Arthur Ashe Stadium e riavere i tifosi, l’anno scorso li abbiamo sicuramente persi”.

Zverev ha mostrato fiducia contro Querrey quando ha segnato 36 gol e quattro pause per passare in vantaggio in un’ora e 39 minuti. Il 24enne affronterà prossimamente lo spagnolo Albert Ramos-Vinolas o l’ex numero 10 del mondo Lucas Puel mentre cerca di alzare il suo primo titolo a New York nelle prossime due settimane.

“Spero che tra due settimane sarò in 18 partite di fila”, ha detto Zverev. “Novak (Djokovic) sta inseguendo la storia per vincere tutti i Grandi Slam per la prima volta da Rod Laver (1969), ma penso che i giovani cercheranno di ostacolarlo. Non vedo l’ora di dargli un’opportunità stimolante anche.”

Il 17 volte vincitore del Tour, che era a due punti dalla conquista del suo primo titolo importante agli US Open lo scorso anno – Zverev ha perso contro l’austriaco Dominic Thiem – ha anche vinto titoli sul cemento di Acapulco e sulla terra battuta di Madrid. stagione. Ha raggiunto le semifinali degli Open di Francia a giugno.

READ  Gli avvocati analizzano la validità della clausola che potrebbe impedire all'Inter di vendere Joao Mario al Benfica, riportano i media italiani

“Ho lavorato molto duramente su molte cose come il mio trasferimento”, ha aggiunto Zverev. “Ma quando sono felice è quando gioco bene. Questa è la cosa più importante. L’anno scorso è stato molto buono per me”.

L’italiano Matteo Berrettini ha affrontato un avversario difficile al primo turno, ma alla fine ha battuto il francese Jeremy Chardy 7-6 (5), 7-6 (7), 6-3 dopo 2 ore 31 minuti.

L’italiano ha fatto bene in battaglia con la sua partita di apertura in due set nella sua prima apparizione importante da quando è passato alla finale di Wimbledon due mesi fa, dove ha perso contro Novak Djokovic. La sesta testa di serie ha battuto 37 vincitori per soli 15 errori non forzati e prossimamente affronterà il francese Corentin Muttet, che ha battuto l’italiano Stefano Trafaglia 6-4, 7-5, 7-6 (3).

“Penso che sia stata una bella partita – ha detto Berrettini -. Prima di essere coinvolto (in campo) sapevo che sarebbe stata molto difficile per molte ragioni”. “Prima di tutto perché Jeremy è un grande giocatore. So che può giocare davvero bene, soprattutto su questi campi. Sono davvero veloci. È davvero difficile da giocare”.

Una buona cornice è stata l’USTA Billie Jean King National Tennis Center per Berrettini, che ha fatto il suo primo grande successo a Flushing Meadows due anni fa avanzando alle semifinali come 24° testa di serie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *