Afghanistan: il dito della colpa nella crisi dei talebani può essere puntato in molte direzioni | notizie dal mondo

Tre settimane e mezzo fa ho fatto colazione con il consigliere per la sicurezza nazionale afghana nel suo hotel a cinque stelle in Park Lane a Londra.

A quel punto, il talebani I progressi stavano arrivando, ma il gruppo doveva ancora ottenere grandi vittorie e si parlava ancora della partita lunga.

Hamdallah Muhib ha spiegato come il suo obiettivo per i prossimi sei mesi fosse di rafforzare l’esercito e consolidare la loro base di potere per l’inevitabile battaglia che li attendeva.

Non è stato un mese fa, ma nessuno intorno a quel tavolo si aspettava quanto velocemente fosse stato fatto Afghanistan esploderà.

immagine:
Consigliere per la sicurezza nazionale in Afghanistan Hamdullah Mohib nel 2019

Le dita della colpa possono essere puntate in diverse direzioni:

• in un Donald Trump negoziare un cattivo accordo con i talebani l’anno scorso.

• in un Joe Biden Per il modo segreto e sorprendente con cui ha ritirato le forze americane.

• in un Boris Johnson, Jens Stoltenberg e altri leader della NATO per non essere riusciti a concordare un quadro per mantenere le truppe nel paese, anche senza il sostegno degli Stati Uniti;

• in un Presidente Ashraf Ghani isolare gran parte del suo paese e alienare le province ei capi locali;

• E nelle forze afghane, che a quanto pare si sono arrese dopo pochi combattimenti dopo anni di addestramento, tutoraggio e dotazione di trilioni di dollari in attrezzature ad alta tecnologia.

Temo che la verità sia sempre più sottile in queste situazioni, tanto quanto il nostro istinto naturale vorrebbe che un uomo cadesse. E questo non è un evento di una volta.

READ  La peste dei topi australiani vede roditori mordere i piedi delle persone e strisciare sui loro volti notizie dal mondo

Si prega di utilizzare il browser Chrome per un lettore video accessibile

Boris Johnson afferma che ci sarà un “cambio di regime a Kabul”

L’anno scorso, le forze americane sono state lapidate quando improvvisamente sono salite a nord e hanno lasciato l’area SiriaAbbandonati dai loro partner curdi, molti libici si sentono ancora traditi dopo che le forze della NATO hanno estromesso dal potere il colonnello Gheddafi nel 2011 e poi hanno voltato le spalle mentre il paese è precipitato nella guerra civile.

Il record dell’America di entrare e poi andarsene è diventato una reputazione sgradita – e il Regno Unito, sempre così desideroso di essere visto come il più stretto alleato degli Stati Uniti, è inevitabilmente gravato dello stesso pennello.

La rabbia è comprensibile nella misura in cui è pervasiva. “Ci hanno legato le mani dietro la schiena e hanno venduto il Paese, maledicendo il ricco e la sua banda”, ha detto su Twitter il ministro della Difesa afghano.

Si prega di utilizzare il browser Chrome per un lettore video accessibile

Anthony Blinken sottolinea il fallimento delle forze afgane nel resistere ai talebani

Un numero qualsiasi di ex soldati, molti dei quali ora sono parlamentari, ha parlato nelle onde radio del loro profondo tumulto per le decisioni prese a Washington e Londra – Si sentono traditi come gli afghani che sono stati lasciati indietro.

Per ogni trilione di dollari in denaro, sono state perse migliaia di vite, sono stati spesi decenni nel tentativo di installare la democrazia e la stabilità in Afghanistan e la Gran Bretagna e l’America sono state sconfitte da una forza ribelle che era disposta a prendersi il suo tempo.

READ  The nurse Biden would choose as the acting general surgeon: report

Si prega di utilizzare il browser Chrome per un lettore video accessibile

Stuart Ramsey vede un convoglio di talebani a Kabul mentre parla come Sky News

Per quanto i politici su entrambe le sponde dell’Atlantico stiano cercando di giustificare il ritiro, abbandonare le ambasciate e fuggire all’aeroporto per prendere voli militari fuori dal paese non era la partenza che nessuno voleva.

Gli stessi politici hanno detto che non c’è una soluzione militare in Afghanistan, e si sbagliavano: c’era una soluzione militare, che i talebani hanno preso e hanno vinto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *