Afghanistan: 2.000 persone che hanno lavorato nel Regno Unito stanno ancora aspettando il ponte aereo | Afghanistan

Fonti della difesa hanno affermato che 2.000 interpreti afgani e altri che hanno lavorato con il governo britannico dovevano ancora essere trasportati da Kabul dalla RAF, con le evacuazioni di emergenza che raggiungevano le loro fasi finali.

Ci sono anche ancora un numero imprecisato di “casi speciali” – attivisti per i diritti umani, giudici, sostenitori LGBTQ+ e altri – inseriti in un elenco speciale dal Ministero degli Esteri in attesa di uscita, così come un piccolo numero di britannici di una nazionalità.

Un totale di 10.291 persone sono state evacuate dalla Royal Air Force dalla caduta di Kabul, tra cui 6.380 afgani, 2.570 britannici e le loro famiglie, 341 membri del personale dell’ambasciata e cittadini di altri 38 paesi, secondo nuovi dati ufficiali.

Il ministero della Difesa non sarà influenzato dalla durata dell’evacuazione, sebbene fonti della difesa abbiano indicato che sarà Meno di 24-36 ore per consentire all’esercito britannico di fare le valigieSeguono gli Stati Uniti.

Resta inteso che gli Stati Uniti, che hanno circa 6.000 soldati all’aeroporto, faranno le valigie da soli. Fonti della difesa e degli aiuti stimano che gli americani avranno bisogno di due o tre giorni per uscire prima della scadenza del 31 agosto.

Mercoledì Dominic Raab, il ministro degli Esteri, ha affermato che il Regno Unito utilizzerà “l’ultima ora e giorno rimasti” per far uscire quante più persone possibile prima di dover partire.

READ  Palestinian Authority restaurants begin the new year under the restrictions of the epidemic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *