7 pescatori spostano SC per ottenere una quota di risarcimento di 2 crore di Rs nel caso dei marines italiani

Corte Suprema dell’India | Manisha Mondal | stampa l’immagine del file

dimensione del font:

Nuova Delhi: Un nuovo ricorso è stato presentato all’Alta Corte da sette pescatori che si trovavano a bordo di una nave nel febbraio 2012 quando i loro colleghi sono stati uccisi da due marò italiani, chiedendo la loro parte del risarcimento di 2 crore di rupie assegnato all’armatore.

Una giuria composta dai giudici Indira Banerjee e F. Ramasubramanian venerdì 2 agosto udienza sull’appello dei pescatori per la mancata disponibilità del procuratore generale Tushar Mehta.

Il 15 giugno la Corte Suprema ha calato il sipario su 9 anni di attesa di un procedimento penale in India contro due marò italiani, Massimilano Latorre e Salvatore Gironi, accusati di aver ucciso i pescatori, dopo che l’Italia aveva pagato 10 rupie base di risarcimento agli eredi del defunto e del proprietario della barca.

Fu stabilito che ogni crore di Rs 4 sarebbe stato dato ai dipendenti di due pescatori deceduti e il resto crore di 2 Rs sarebbe stato dato all’armatore.

La Corte Suprema aveva rinviato il caso all’Alta Corte del Kerala per vigilare sull’esborso dell’importo.

Nella nuova petizione, i sette Cacciatori hanno affermato di essere rimasti feriti anche loro nell’incidente, e quindi di meritare un risarcimento.

I pescatori hanno chiesto di interrompere l’erogazione dell’importo del risarcimento fino alla decisione sulle loro richieste.

In precedenza, la Corte Suprema ha anche affermato che in accordo con il lodo arbitrale internazionale accettato dall’India, l’Italia riprenderà ulteriori indagini sul caso contro i Marines e annullerà il FIR registrato presso la stazione di polizia costiera di Nendakara, Kollam nello stato del Kerala, e ri -registrato dalla NIA Nel 2013 e tutte le azioni derivanti dal caso.

READ  Chelsea e Manchester City guidano la corsa: quali club hanno più giocatori rimasti a Euro 2020?

Ho archiviato la causa in considerazione del fatto che il tribunale arbitrale costituito ai sensi dell’allegato VII della Convenzione delle Nazioni Unite sul diritto del mare ha emesso in data 21 maggio 2020 la sentenza secondo la quale la Repubblica italiana ha accettato di risarcire Rs 10 crore, oltre a una somma già fatta ex gratia.

Abbiamo anche ordinato che i 10 crore di Rs ora dovuti agli atti di questa corte siano trasferiti all’Alta Corte del Kerala, di cui 4 crore di Rs devono essere pagati agli eredi di ciascun defunto e 2 crore di Rs al proprietario della barca – St Anthony , ha detto il proprietario della barca.

Ho chiesto al Presidente della Corte Suprema dell’Alta Corte del Kerala di nominare un giudice che emetta l’opportuno ordine di erogazione/investimento dell’importo da corrispondere agli eredi di ciascun defunto (Rs 4 Crore ciascuno) al fine di tutelare gli interessi degli eredi e garantire che il risarcimento sia debitamente percepito dagli eredi e non distrazione/appropriazione indebita.

L’ordinanza di scambio/investimento viene emessa dopo aver ascoltato gli eredi di ciascun defunto ed emesso l’apposito provvedimento, a tutela dell’interesse superiore degli eredi di ciascun defunto.

“Il restante crore di Rs 2 deve essere pagato al proprietario della barca – Sant’Antonio con assegno pagato all’ordine del conto”, ha detto il sedile.

L’Alta Corte ha osservato che il Kerala, gli eredi dei pescatori deceduti e il proprietario della barca avevano accettato di accettare il premio.

Nel febbraio 2012, l’India ha accusato due marines a bordo della petroliera italiana MV Enrica Lexie di aver ucciso due pescatori indiani che si trovavano a bordo di un peschereccio nella zona economica esclusiva dell’India (ZEE).

READ  Il consiglio di Draymond Green a Nico Manion che lascia i Warriors per l'Italia

Latorre, colpito da un ictus il 31 agosto 2014, è stato rilasciato prima su cauzione e il 12 settembre 2014 la Corte Suprema gli ha permesso di recarsi in Italia per quattro mesi dopo i quali la proroga è stata prorogata.

In Italia, Latorre è stato operato al cuore, dopo di che la Corte Suprema gli ha concesso una proroga del soggiorno nel suo paese natale.

Freddy, proprietario del peschereccio ‘St Anthony’, fece uccidere due pescatori del Kerala quando i marines aprirono il fuoco su di loro con l’idea sbagliata che fossero pirati.


Leggi anche: La Corte Suprema chiude un procedimento penale in India contro i marines italiani per aver ucciso pescatori in Kerala nel 2012


Iscriviti ai nostri canali su Youtube & cavo

Perché i media sono in crisi e come risolverlo

L’India ha bisogno di una stampa libera, equa, non connessa e più scettica in un momento in cui sta affrontando molteplici crisi.

Ma i media sono in crisi. Ci sono stati licenziamenti brutali e tagli salariali. Il meglio del giornalismo sta diminuendo, risultando in una scena maleducata in prima serata.

ThePrint ha i migliori giovani giornalisti, editorialisti ed editori che lavorano per questo. Mantenere un giornalismo di questa qualità ha bisogno di persone intelligenti e premurose come te che lo paghino. Che tu viva in India o all’estero, puoi farlo qui.

sostieni la nostra stampa